Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Ristrutturazione in vista Credit Suisse intende sopprimere 1'600 posti in Svizzera

La banca elvetica ha presentato mercoledì un piano di risparmi di 3,5 miliardi di franchi, che dovrebbe portare alla soppressione di 1'600 posti di lavoro entro la fine del 2018.

I 1'600 impieghi cancellati rappresentano il 9% dell’organico di 17'000 persone. La banca non ha ancora deciso quali sono i settori e le sedi toccate. Il nuovo amministratore delegato di Credit Suisse, Tidjane Thiam, ha affermato durante una conferenza stampa mercoledì a Zurigo che la riduzione può essere ottenuta essenzialmente grazie alla fluttuazione degli effettivi.

Il numero due del settore bancario elvetico intende pure rafforzare il suo bilancio, con due aumenti di capitale che dovrebbero permettergli di raccogliere 6,05 miliardi di franchi.

Oltre ad annunciare queste misure, Credit Suisse ha presentato i risultati del terzo trimestre, inferiori alle attese degli analisti. I ricavi operativi sono scesi dell’8% a 5,98 miliardi di franchi, mentre l’utile netto è calato del 24% a 779 milioni di franchi.

Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

swissinfo.ch e tvsvizzera.it (TG RSI del 21.10.2015)

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

×