Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Si è pur sempre allo spareggio

Alex Frei si è lasciato sfuggire più volte l'occasione di vincere contro l'Irlanda

(swissinfo.ch)

Malgrado il pareggio di mercoledì contro l'Irlanda, la stampa elvetica si mostra particolarmente indulgente con la squadra rossocrociata.

Sulle possibilità che avranno i giocatori di Köbi Khun di qualificarsi durante lo spareggio, i commentatori esprimono però opinioni divergenti.

Dopo lo 0:0 di mercoledì sera contro l'Irlanda, la Svizzera dovrà disputare lo spareggio per tentare di qualificarsi per i Mondiali del 2006 in Germania. I rossocrociati chiudono il gruppo 4 alle spalle della Francia, che ha battuto Cipro per 4-0.

A contendere alla squadra rossocrociata un posto per i mondiali saranno la Cechia, la Spagna o la Turchia. Il sorteggio si terrà venerdì.

Delusione

Raramente in passato, la squadra dell'allenatore Kuhn era riuscita ad attirare come in questa occasione l'attenzione del popolo elvetico. «Tutto il Paese si aspettava che i suoi eroi si qualificassero per i mondiali», scrive il quotidiano romando "Le Matin". Ma così non è stato e «la festa dovrà essere rinviata a più tardi».

In una partita segnata come era prevedibile più dall'agonismo che da giocate pregevoli, sono stati gli svizzeri ad avere le tre occasioni migliori. Eppure, i giocatori elvetici non sono riusciti a mettere a segno la rete che avrebbe assicurato loro una qualifica diretta.

«La Svizzera è andata vicina alla realizzazione di un sogno ma non è riuscita a farlo divenire realtà», si legge su "La Tribune de Genève"», secondo cui il pareggio di mercoledì sera non può che «corrucciare tutti i visi elvetici».

Un risultato che preoccupa il commentatore della "Berner Zeitung" che scrive: «Ora la Svizzera ha la tremarella» in vista dello spareggio. Occasione mancata anche secondo il quotidiano svizzero tedesco "Blick", secondo cui per i rossocrociati la strada è ormai tutta in salita: «Abbiamo preso la deviazione più lunga per qualificarci», scrive.

Gli errori di Frei

Particolarmente deludente è stata giudicata la prestazione fornita dall'attaccante elvetico Alex Frei, che si è lasciato sfuggire alcune enormi occasioni di evitare lo spareggio, soprattutto quando, all'81esimo minuto, si è trovato solo davanti alla porta irlandese: «Era un'occasione d'oro per lui e se l'è lasciata sfuggire», commenta il "Blick".

Gli fa eco il quotidiano vodese "24heures", nel cui editoriale si legge: «Potrebbe sembrare severo criticare un giocatore che tanto ha dato alla squadra elvetica nelle passate stagioni. Ma, oltre alle lodi, il giocatore del Rennes deve anche riconoscere ed accettare i propri fallimenti».

Anche per il "Corriere del Ticino", la prestazione negativa del fuoriclasse d'origine basilese è stata determinante per il risultato della partita: «Alla Svizzera serviva la freddezza e l'opportunismo di Frei. Purtroppo stavolta Alex ci ha traditi».

Si può ancora sognare

Malgrado la delusione, la Svizzera potrà ancora giocarsi allo spareggio la possibilità di partecipare ai mondiali.

I meriti dei giocatori e gli sforzi effettuati in seno all'organizzazione della squadra sono messi in evidenza un po' da tutta la stampa nazionale. Per la "Tribune de Genève", ad esempio, «il lavoro intrapreso a partire dal 1995 dall'Associazione svizzera di football ha dato i suoi frutti. Si è riusciti a creare un'omogeneità che, prima d'allora, mancava in modo evidente».

Anche "Le Matin" sottolinea i passi da gigante compiuti dalla squadra elvetica nel corso degli ultimi anni: «La Svizzera ha provato di potere ora dare del 'tu' all'élite continentale. In prospettiva dell'Euro 2008, queste prestazioni sono piuttosto rassicuranti».

La squadra elvetica ha tutte le possibilità di qualificarsi per il giornale svizzero tedesco "Tages Anzeiger", secondo cui lo spareggio «è comunque un successo: la porta rimane aperta». Lo stesso pensa il commentatore del "Bund", che scrive: «Il sogno di partecipare ai Mondiali di calcio del 2006 rimane realizzabile».

Solo il quotidiano "Berner Zeitung" mette in guardia dagli eccessivi entusiasmi e ricorda: «Fino ad ora, la Svizzera non ha vinto ancora nessuna partita contro le dirette concorrenti che si è trovata ad affrontare».

swissinfo, Anna Passera

Fatti e cifre

Sei squadre andranno allo spareggio, che si terrà giovedì a mezzogiorno a Zurigo (classifica FIFA): 4. Repubblica Ceca, 8. Spagna, 12. Turchia, 37. Norvegia, 38. Svizzera, 45. Slovacchia.
La Svizzera potrà giocare lo spareggio contro una delle seguenti squadre: Repubblica Ceca, Spagna o Turchia.
Un secondo sorteggio designerà le squadre che giocheranno la prima partita a domicilio.

Fine della finestrella


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

×