Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Exit Sempre più persone scelgono il suicidio assistito in Svizzera

Un flacone di Pentobarbital di sodio e un bicchiere d'acqua in cui è immerso un cucchiaino.

Le orgnanizzazioni di assistenza al suicidio in Svizzera procurano alle persone che accompagnano alla morte il narcotico pentobarbital di sodio.

(Keystone)

La crescita del numero dei membri di Exit, la più grande organizzazione per il suicidio assistito della Svizzera, sembra irrefrenabile. Il 2017 non ha fatto eccezione: con più di 10mila nuove adesioni, il numero degli iscritti ha superato la soglia di 110mila.

Queste cifre riguardano unicamente ExitLink esterno Svizzera tedesca e Ticino. Per la precisione l'organizzazione alla fine del 2017 contava 110'391 membri. Nella Svizzera francese gli affiliati alla consorella Exit  A.D.M.DLink esterno (Associazione per il diritto di morire nella dignità) erano 26'205.

In aumento anche il numero di persone che Exit Svizzera tedesca e Ticino ha accompagnato alla morte: in totale 734, ossia 11 in più del 2016. Le cifre per la Svizzera francese saranno rese note all'assemblea generale di Exit A.D.M.D. in aprile.

suicide

grafico

Suicidi assistiti, sia da parte di Exit che di Dignitas, registrati in tutta la Confederazione.

Cos' è un'organizzazione di suicidio assistito?

Le prime organizzazioni di assistenza di persone che vogliono esercitare il loro "diritto alla morte" sono state create in Svizzera circa 35 anni fa. Attualmente sono: Exit, Dignitas, Ex International e lifeecircle. Offrono un sostegno diretto alle persone che vogliono scegliere il momento in cui morire.

Cosa dice la legge riguardo al suicidio assistito in Svizzera?

Il diritto elvetico tollera il suicidio assistito se l'atto è compiuto dai diretti interessati stessi e se chi li aiuta non ha alcun interesse personale nella loro morte. Nella Confederazione il suicidio assistito è legale sin dagli anni 1940.

Quali condizioni deve soddisfare una persona per avere diritto al suicidio assistito?

Deve:

avere la capacità di intendere e volere,

non agire su un impulso,

avere un desiderio persistente di morire,

non essere sotto alcun influsso di terzi,

suicidarsi per mano propria.

Mentre Dignitas accompagna al suicidio anche le persone provenienti dall'estero, Exit aiuta soltanto chi risiede in permanenza in Svizzera.

Sia Exit che Dignitas impongono altre restrizioni. Prestano i loro servizi solo a persone con una malattia terminale, che soffrono di dolori "insopportabili" oppure che hanno una menomazione insostenibile.

C'è però chi vorrebbe cambiare questa situazione:

Qual è la tipologia dei membri?

Presso Exit, ad esempio, la maggioranza delle persone che nel 2017 ha scelto il suicidio assistito sono donne (60%). L'età media era di 78,1 anni.

Le ragioni più comuni per cui le persone hanno chiesto l'aiuto di Exit erano un cancro terminale, malattie multiple legate all'età e il dolore cronico.

Il maggior numero di suicidi assistiti da Exit è stato registrato nel cantone di Zurigo. Seguono Berna, Argovia, San Gallo, Basilea Città e Basilea Campagna.

Quanto è diffuso il suicidio assistito?

Nel 2017 nella Svizzera tedesca e in Ticino Exit ha ricevuto circa 3'500 richieste di suicidio assistito. I casi che hanno portato all'apertura di un incarto stati 1031, in crescita rispetto ai 991 del 2016. Ma per finire, dopo tutti gli accertamenti, le persone che hanno realmente posto fine ai loro giorni sono state 734.

I suicidi assistiti rimangono relativamente rari: rappresentano solo l'1,5% dei circa 66'000 decessi all'anno che complessivamente si registrano in Svizzera, indica Exit.


(Traduzione dall'inglese)

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.