Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un'impresa produttrice di pannelli solari bernese ha proposto alla BKW di utilizzare 13 miliardi di franchi per costruire 16'000 impianti solari invece di una nuova centrale nucleare a Mühleberg (BE).

Nel corso di 15 anni, i pannelli solari dovrebbero essere istallati sui tetti di 16'000 edifici, come per esempio scuole, case, uffici pubblici e impianti di protezioni anti-rumore. I costi medi di 10,89 centesimi al kilowattora per la produzione dell'energia sono comparabili a quelli di un impianto atomico, scrive l'impresa Megasol sulla sua pagina web, riferendosi ad una notizia pubblicata oggi dalla "SonntagsZeitung". Megasol ritiene che in questo modo si potrebbe produrre entro il 2025 energia sufficiente per poter sostituire una nuova centrale nucleare.

Per realizzare gli impianti ci vuole una superficie di 48 chilometri quadrati, pari all'1,7% del terreno costruito in Svizzera. Non dovrebbe essere necessario costruire su nuovi terreni.

Megasol ha già inviato un'offerta in questo senso, ha confermato oggi il portavoce della società elettrica bernese BKW, Antonio Sommavilla. A suo avviso la proposta lascia aperte delle domande, per esempio su come far fronte alla produzione irregolare di energia senza costi aggiuntivi.

Il 13 febbraio prossimo nel canton Berna vi sarà una votazione consultiva pro o contro una nuova centrale a Mühleberg.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS