Navigation

Borsa: Europa in positivo con materie prime e dati Usa

Questo contenuto è stato pubblicato il 24 maggio 2011 - 19:56
(Keystone-ATS)

Borse europee in ripresa all'indomani di una giornata penalizzata dai timori sul debito dei Paesi più deboli della zona euro. A dare qualche spunto ai mercati, oltre all'accelerazione del piano di risanamento dei conti pubblici della Grecia, ha contribuito la raccomandazione di Goldman Sachs sulle materie prime (sottoindice dj stoxx +1,4%) e le vendite, sopra le stime, di case nuove negli Stati Uniti. L'indice paneuropeo Stxe 600 ha così chiuso con un rialzo dello 0,22%.

Tra le commodoties in evidenza Fresnillo (+4,1%), Antofagasta (+3,1%), Kazakhmys (+2,3%). Bene anche le auto (+1,51%) con in prima fila Fiat (+2,6%) con Chrysler che ha rimborsato i debiti ai governi di Usa e Canada, Continental (+2,1%) e Porsche (+2,09%).

Deboli le banche (-0,37%) con le flessioni di Lloyd's (-2,2%), Alpha Bank (-1,8%) e Kbc (-1,7%). Nell'energia da segnalare la corsa di Mitie (+5,2%) dopo i buoni risultati evidenziati alla vigilia, e la flessione di Marks & Spencer (-2,9%) frenata dai dubbi sulla ripresa economica.

Di seguito l'andamento degli indici delle principali borse del Vecchio Continente:

- Londra +0,39%

- Parigi +0,25%

- Francoforte +0,41%

- Madrid +0,33%

- Milano +0,24%

- Amsterdam +0,22%

- Stoccolma -0,24%

- Zurigo +0,26%.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.