Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Chieste pene fino a 28 mesi

I tre giorni di requisitoria si sono conclusi con le richieste di pena da parte del procuratore capo, Christian Weber

(Keystone)

Nel quadro del processo Swissair, lunedì sera il ministero pubblico zurighese ha chiesto delle pene comprese tra 6 e 28 mesi e delle multe che vanno da 38'000 franchi a 1.08 milioni di franchi.

Tra i 19 imputati, Mario Corti è il più colpito: nei confronti dell'ultimo responsabile di SAirGroup, il procuratore ha chiesto 28 mesi di pena, di cui 6 da espiare, oltre a 1 milione di multa.

Corti, l'unico imputato ad essere confrontato ad una richiesta di pena non sospesa condizionalmente, è accusato di amministrazione infedele, cattiva gestione, false indicazioni su attività commerciali e di aver danneggiato alcuni creditori favorendone altri.

15 mesi per Bruggisser

Per Philippe Bruggisser, per sei anni alla testa di Swissair, fino al gennaio 2001, il procuratore capo Christian Weber ha proposto 15 mesi con la condizionale e una pena pecuniaria di 400'000 franchi. È accusato di amministrazione infedele e cattiva gestione.

Sempre secondo l'accusa, Eric Honegger, ex presidente del consiglio di amministrazione di SAirGroup ed ex consigliere di stato radicale, va riconosciuto colpevole di amministrazione infedele e punito con 8 mesi con la condizionale e 90'000 franchi di multa.

Sull'ex responsabile delle finanze del canton Zurigo pende inoltre un'accusa di frode fiscale, per la quale il procuratore aveva già chiesto una sanzione di 8'000 franchi.

Pene per tutti

Per i due ex vicepresidenti del consiglio di amministrazione, l'industriale Thomas Schmidheiny e l'ex direttore della fiera di Losanna Antoine Höfliger, sono stati chiesti 8 mesi e rispettivamente 540'000 e 36'000 franchi di multa.

Richieste di 10 mesi e 270'000 franchi invece per Gaudenz Stähelin, 10 mesi e 540'000 franchi per il banchiere privato ginevrino Bénédict Hentsch, e 7 mesi e 540'000 franchi per l'ex senatrice Vreni Spoerry, tutti e tre membri del Consiglio d'amministrazione e contemporaneamente della commissione finanze.

Sette mesi e 540'000 franchi di multa è la pena invocata per altri due membri dell'organo di sorveglianza, l'ex responsabile del Vorort Andres Leuenberger e l'ex presidente del Credit Suisse Lukas Mühlemann. Lievemente inferiore la proposta di sanzione per Gerhardt Fischer (6 mesi e 450'000 franchi).

In attesa delle sentenze

Passando ai responsabili delle finanze di SAirGroup, secondo l'accusa Georges Schorderet dovrà pagare con 18 mesi e 160'000 franchi, e Jacqualyn Fouse con 14 mesi e 720'000 franchi.

Pene comprese fra i sei e gli otto mesi e multe fino a 180'000 franchi sono state chieste per gli altri imputati minori.

Le richieste di pena sono giunte dopo tre giorni di requisitoria da parte dei procuratori, tesa a dimostrare che i manager di allora, con il loro operato, danneggiarono colpevolmente la compagnia aerea e i suoi creditori.

Il processo iniziato a metà gennaio prosegue ora con gli interventi dei legali delle parti lese. Da giovedì saliranno in cattedra i difensori dei 19 imputati. Sono previsti diversi giorni di dibattimenti, fino al 9 marzo.

La data in cui sarà pronunciata la sentenza non è ancora nota.

swissinfo e agenzie

Processo Swissair

Il processo davanti al Tribunale distrettuale di Bülach si è aperto il 16 gennaio e si protrarrà sino al 9 marzo.

Le audizioni dei 19 imputati si sono concluse il 5 febbraio.

I dibattimenti sono pubblici e si svolgono nella sala comunale di Bülach in grado di ospitare fino a 1'500 persone.

Dal 15 febbraio la corte ha ascoltato le arringhe del pubblico ministero e della difesa.

Il giorno della lettura della sentenza non è ancora stato fissato.

L'atto di accusa riempie 100 pagine, gli atti giudiziari 4'150 classificatori.

Per istruire la causa, il pubblico ministero zurighese ha lavorato 40'000 ore, interrogato oltre 300 persone e disposto la perquisizione di 20 abitazioni.

Fine della finestrella


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.