Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Perdita storica per UBS

La banca svizzera ha chiuso l'esercizio 2008 con una perdita di 19,697 miliardi di franchi. Per il solo quarto trimestre il disavanzo ammonta a 8,1 miliardi.

La perdita è riconducibile prevalentemente alle attività di investment banking, comunica martedì UBS.

In questo settore è previsto un ulteriore taglio di duemila posti di lavoro. La banca aveva già annunciato la soppressione di 9'000 impieghi nella banca d'affari.

Nel quarto trimestre del 2008 è stato registrato un deflusso di capitali per 85,8 miliardi di franchi, di cui 58,2 miliardi nella gestione patrimoniale e 27,6 miliardi nelle attività istituzionali. Sull'insieme dell'anno il deflusso è di 226 miliardi.

UBS ha pure indicato di aver ridotto i costi operativi complessivi del 22%, in virtù di una diminuzione del 36% delle spese per il personale. La banca, conformemente a quanto autorizzato dalla FINMA, l'autorità di sorveglianza dei mercati finanziari, verserà 1,8 miliardi di bonus per il 2008.

Per il 2009 l'istituto rinuncia a formulare previsioni. UBS sottolinea comunque come l'anno abbia avuto un avvio incoraggiante: in gennaio l'afflusso di nuovi fondi è stato infatti positivo. UBS indica pure di aver creato due nuove divisioni operative: la prima si occuperà della attività in Svizzera, l'altra della gestione patrimoniale negli Stati Uniti.


Link

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

×