Navigation

Profondo rosso per la Banca Nazionale

La rivalutazione del franco ha avuto un impatto fortemente negativo sui conti della Banca nazionale svizzera (BNS) che nel primo trimestre 2008 ha subito una perdita di 3,97 miliardi di franchi.

Questo contenuto è stato pubblicato il 02 maggio 2008 - 08:48

Nei primi tre mesi del 2007 la BNS aveva realizzato un utile di 2,16 miliardi di franchi. L'aumento di valore del franco nei confronti di tutte le altre principali monete ha inciso negativamente sugli attivi. Complessivamente, gli investimenti in valute estere hanno fatto registrare perdite di cambio di 3,8 miliardi di franchi.

La crisi dei mercati finanziari ha pure avuto ripercussioni negative sugli investimenti in azioni, con perdite supplementari di 760 milioni di franchi. A differenza del 2007 la BNS non ha invece potuto beneficiare di utili contabili sulle riserve d'oro.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

In conformità con gli standard di JTI

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?