Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

I mille volti della Svizzera si specchiano in Cina

Il padiglione svizzero per l'esposizione di Shanghai del 2010

(swissinfo.ch)

Presenza Svizzera lancia una campagna di promozione in vista dei Giochi olimpici di Pechino del 2008 e dell'esposizione universale di Shanghai nel 2010.

La Svizzera gode di una buona immagine in Cina, ma le conoscenze sulla Confederazione si limitano troppo spesso agli stereotipi, affermano i promotori della campagna.

L'obiettivo della campagna consiste nel "diffondere un'immagine più completa" della Svizzera nella Repubblica popolare cinese, un mercato strategicamente importante, scrive Presenza Svizzera - l'organizzazione incaricata di promuovere l'immagine della Confederazione all'estero - in un comunicato diffuso giovedì.

La Cina, che conta 1,3 miliardi di abitanti, ha registrato una crescita economica di oltre l'11% nel primo trimestre 2007.

Programma interdisciplinare

La campagna mira anche a incoraggiare gli scambi tra i due paesi. Oltre alle due piattaforme offerte dai Giochi olimpici e dall'esposizione universale di Shangai, l'iniziativa prevede un programma d'accompagnamento interdisciplinare sotto la responsabilità di Presenza Svizzera.

Alla campagna parteciperanno partner del settore pubblico e privato. Mentre grandi gruppi come Nestlé e Holcim sostengono la partecipazione a Pechino e Shanghai, enti pubblici quali Pro Helvetia, Svizzera Turismo, Osec Business Network Switzerland e Location Switzerland contribuiscono al programma d'accompagnamento.

"La sinergia globale si manifesta nella diffusione di un'immagine della Svizzera dalle mille sfaccettature in vista di un maggiore intervento sul mercato cinese", sottolinea Presenza Svizzera. Le prime attività della campagna hanno preso avvio in primavera. L'azione proseguirà fino al 2011.

Presenza Svizzera

L'organizzazione Presenza Svizzera è la piattaforma per la presentazione della Svizzera all'estero. Il suo compito è di promuovere la diffusione ...

Attirare l'attenzione

Durante i Giochi olimpici a Pechino, la Svizzera disporrà di una propria sede ufficiale, la House of Switzerland.

Concepita come piattaforma di marketing sotto la direzione di Presenza Svizzera, la sede sarà utilizzata per ricevimenti, conferenze stampa e contatti con potenziali clienti.

Al centro della House of Switzerland ci sarà la regione di Lucerna, che ha siglato una convenzione di collaborazione esclusiva con organizzazione incaricata di promuovere l'immagine della Confederazione all'estero e potrà presentarsi come destinazione turistica e polo economico dinamico.

Shanghai 2010

Secondo momento forte è la presenza elvetica all'esposizione del 2010 a Shanghai. Il governo ha approvato il progetto nel marzo scorso, concedendo un credito di 20 milioni di franchi.

Per l'ideazione del padiglione è stato organizzato un concorso e il primo premio è andato agli architetti Andreas Bründler e Daniel Bucher e agli scenografi Andreas Hunkeler e André Haarscheidt, tutti di Basilea.

Il progetto, presentato giovedì al pubblico, ha convinto il sinologo Uli Sigg, presidente della giuria. Sigg ne ha lodato la natura ibrida, un "misto fra tecnologia e natura".

"Il nostro concetto prende spunto dalla tradizione cinese dello Yin e dello Yang", spiegano a swissinfo i suoi ideatori, "abbiamo voluto creare un equilibrio fra due poli".

Il sintonia con il motto dell'esposizione "Better City - Better Life" (Una città migliore per una vita migliore), i quattro basilesi hanno ricreato un'oasi verde, che si oppone al deserto di cemento della città circostante. I due "poli" sono collegati da una seggiovia.

"L'esposizione è rivolta soprattutto ai giovani cinesi", spiega Uli Sigg. Del progetto vincente, il presidente della giuria apprezza soprattutto il contrasto fra lo spazio urbano al pianterreno e la prateria sul tetto.

Tutti i progetti presentati sono esposti al centro Paul Klee di Berna da giovedì a domenica.

swissinfo e agenzie

Fatti e cifre

La Cina (senza Hong Kong) è il secondo partner commerciale della Svizzera in Asia, dopo il Giappone.
Le esportazioni svizzere in Cina sono cresciute da 415 milioni di franchi nel 1990, a 3,5 miliardi nel 2005.
Gli investimenti diretti di aziende svizzere in Cina raggiungono i 5 miliardi di franchi.
Le esportazioni cinesi in Svizzera sono passate da 418 milioni (nel 1990) a 3,4 miliardi nel 2005.
Le compagnie svizzere che operano in Cina sono circa 300.
Ci vivono circa 2500 svizzeri.
Nel 2006, poco più di 132'000 turisti cinesi hanno visitato la Svizzera, il 20% in più rispetto all'anno prima.

Fine della finestrella


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

×