Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Incrementi più alti per i cantoni meno cari

Ma il canton Ticino fa eccezione.

Le cifre fornite dall'Ufficio federale delle assicurazioni sociali circa i premi malattia del 2004 non hanno modificato la lista dei cantoni più cari: Ginevra, Basilea-Città, Vaud, Neuchâtel guidano ancora la classifica dei cantoni meno vantaggiosi, riguardo ai premi di base per adulti con una franchigia a 300 franchi, infortunio compreso.

Quest'anno, tuttavia, sono i cantoni considerati a buon mercato a subire gli incrementi maggiori. Il Ticino fa eccezione: non solo è il quinto cantone più caro, ma con il 7,2 percento ha anche registrato l'incremento più elevato.

Ad ogni modo, i ticinesi oltre i 25 anni possono ancora sentirsi privilegiati rispetto a un abitante di Ginevra: nonostante un incremento del 2,2 per cento, un ginevrino dovrà pagare 398 franchi di premio, mentre un ticinese «solo» 328.

Dal secondo al quarto posto troviamo Basilea-città, (377 franchi), Vaud (341 franchi), Neuchâtel (331,59 franchi). Seguono il Ticino e il Giura (309 franchi).

Il cantone più a buon mercato è Appenzello interno (183 franchi), seguito da Nidvaldo (192 franchi) e Obvaldo (197 franchi).

Con un incremento del 6 per cento per adulti, il Grigioni si piazza a metà classifica con un premio di 228 franchi, cento in meno rispetto al Ticino.

Solitamente, i cantoni meno cari sono quelli che hanno gli aumenti più consistenti, ad eccezione del già citato Ticino e di Basilea-Città (6,2 per cento).

L'aumento più contenuto riguarda i vodesi (0,8 per cento). Seguono Friburgo (1,6 per cento), Ginevra (2,2 per cento), il Giura (2,8 per cento) e Neuchâtel (3,9 per cento).

I giovani tra i 19 e i 25 anni devono fare i conti con una progressione più elevata. I cantoni più toccati dal fenomeno sono Basilea-Città (14,8 per cento), Lucerna (10,8 per cento), Grigioni (10,5 per cento) e il Vallese (10,1 per cento).

All'altro capo della scala si piazzano Vaud (4,5 per cento), Friburgo (5,2 per cento), Ginevra (5,3 per cento) e Neuchâtel (6,3 per cento).

swissinfo e agenzie

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

×