Navigation

Pesci anomali per colpa del cibo?

Le anomalie agli organi sessuali riscontrate dal 2000 in alcuni pesci del lago di Thun, nel canton Berna, sono probabilmente causate dal cibo e non dal materiale bellico riversato dall'esercito.

Questo contenuto è stato pubblicato il 07 maggio 2008 - 11:18

L'ipotesi è stata avanzata dai ricercatori cantonali in un rapporto presentato mercoledì nella cittadina lacustre di Spiez. Sulla base delle conoscenze attuali, gli specialisti escludono che le malformazioni riscontrate nei coregoni (detti anche lavarelli) siano legate alle munizioni gettate decenni or sono dall'esercito nello specchio d'acqua o ai lavori di scavo della galleria di base del Lötschberg, due possibili cause citate più volte in passato.

Poco probabile appare inoltre l'impatto di sostanze ormonali attive. Durante gli esperimenti di allevamento è emerso per contro che nel lago di Thun le anomalie apparivano più frequentemente nei pesci che si nutrivano di plancton. «Ora si tratta però di stabilire cosa renda questo plancton sospetto», ha precisato l'ispettore cantonale della pesca Peter Friedli.

Gli ispettori concordano ad ogni modo che l'acqua del lago non presenta problemi né per i bagnanti, né per chi attinge al bacino per l'acqua potabile.

Le prime anomalie sono state osservate nel 2000: circa il 70% degli animali pescati presentava delle mutazioni. Gli esperti avevano sottolineato che si trattava di una quantità e di una varietà di alterazioni mai viste prima, in nessuna parte del pianeta.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.