Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Merz esorta la Svizzera ad avere fiducia

«Affrontare il futuro a testa alta e con una mano sul cuore anche nei momenti difficili della vita»: è l'invito formulato da Hans-Rudolf Merz, neopresidente della Confederazione, nel tradizionale discorso di Capodanno.

A quanti stanno bene e «hanno un posto al sole», il ministro delle finanze ha augurato di persistere ed essere tenaci; chi deve affrontare problemi in un momento di crisi deve cercare di «non farsi abbattere dalle avversità». Merz ha inoltre rivolto un appello ai giovani affinché credano nelle «buone idee».

Secondo Merz, saper affrontare le avversità con coraggio e ottimismo fa parte dello spirito elvetico: «Siamo resistenti come la vegetazione coperta di neve che sfida i rigori dell'inverno. Sappiamo bene che la primavera tornerà».

A proposito del futuro economico, delle incertezze finanziarie e dell'occupazione, il presidente della Confederazione ha ammesso di non poter fornire risposte definitive, ma ha promesso di impegnarsi «affinché la nostra economia possa beneficiare delle condizioni più favorevoli».

Merz ha aggiunto di voler promuovere «la solidarietà verso le persone che - loro malgrado - si trovano in condizione di necessità e ristrettezze».

«Con tenacia, capacità, talento, inventiva, impegno e affidabilità il nostro Paese ha saputo superare altre crisi profonde. Andrà così anche questa volta», ha concluso il presidente della Confederazione.


Link

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

×