Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Serono: utili in calo

Considerati i risultati di metà anno, la Serono ha rivisto al ribasso la previsione per il 2002

(Keystone Archive)

Il gruppo ginevrino di biotecnologie Serono ha chiuso il secondo trimestre 2002 con un utile netto di 95,2 milioni di dollari, in calo dell'8,7% rispetto al 2001.

Nello stesso periodo, il giro d'affari ha raggiunto i 380,1 milioni di dollari (+3,4%), precisa un comunicato della società.

Rebif promettente malgrado i costi iniziali

L'utile operativo, 104,4 milioni di dollari, è lievemente inferiore (-2,3%) a quello del secondo trimestre del 2001 (106,9 milioni). Jacques Theurillat, vice direttore generale del gruppo, attribuisce questa flessione del risultato operativo ai costi di lancio sul mercato americano del Rebif, un farmaco contro la sclerosi multipla.

Da marzo questo medicinale è ormai disponibile anche oltre Atlantico: nei soli Stati Uniti ha generato fra aprile e giugno un fatturato di 12,2 milioni di dollari (110,4 milioni di dollari nel resto del mondo). Ad appena quattro mesi dal suo lancio negli Usa, il Rebif ha già conquistato una fetta di mercato equivalente al 4%, sottolinea Theurillat.

Dati questi risultati promettenti, l'obiettivo del gruppo è di raggiungere già nel 2006 una quota superiore al 30% in questo segmento del mercato americano.

Previsioni al ribasso

Tenendo conto dei risultati del secondo trimestre, il gruppo ha rivisto al ribasso le previsioni per il 2002. Le vendite dovrebbero progredire solo del 10%, e non del 15-16% come annunciato in precedenza.

Anche l'incremento dell'utile netto per l'intero esercizio non dovrebbe superare il 10% (+15-17% le previsioni iniziali). Nel 2001 il gruppo aveva realizzato un utile netto di 316,7 milioni di dollari.

Il difficile contesto economico mondiale ha penalizzato il fatturato di alcuni farmaci. Nei primi sei mesi dell'anno, sottolinea il dirigente di Serono, Le vendite dei medicinali contro la sterilità sono cresciute del 2-3% invece del 7-8% inizialmente previsto.

Borsa delusa

A fine contrattazioni, i titoli Serono hanno perso il 18.8% alla Borsa di Zurigo, chiudendo a quota 689 franchi.

swissinfo e agenzie


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.