Aborti, il tasso rimane stabile

Nel 2007, in Svizzera sono state registrate complessivamente 10'525 interruzioni di gravidanza. Rispetto all'anno precedente, questi valori sono rimasti stabili.

Questo contenuto è stato pubblicato il 26 giugno 2008 - 11:20

Nel 2007, la Svizzera presentava un tasso complessivo di interruzioni di gravidanza di 6,8 ogni 1000 donne dai 15 ai 44 anni. Tra le donne residenti nella Confederazione, il quoziente di interruzioni di gravidanza era di 6,5 ogni 1000 donne in età feconda, ha comunicato giovedì l'Ufficio federale di statistica.

Rispetto al 2006, il numero e il tasso di interruzioni di gravidanza sono rimasti costanti, nonostante il tendenziale calo osservato dal 2001. La tendenza alla sempre maggiore diffusione del metodo farmacologico rispetto a quello chirurgico rilevata negli ultimi anni è confermata anche dai risultati del 2007.

Nell'anno in rassegna, infatti, il 56% delle interruzioni di gravidanza è avvenuto per via medicamentosa, contro il 49% nel 2004. Soltanto nella Regione del Lemano il ricorso al metodo chirurgico è più frequente rispetto a quello farmacologico.

In breve

I valori registrati in Svizzera negli ultimi anni sono inferiori rispetto ad altri Paesi europei.

Germania, Inghilterra/Galles, Belgio, Spagna e Paesi Bassi registrano infatti tassi compresi tra 7,2 e 17,5 interruzioni di gravidanza ogni 1'000 donne dai 15 ai 44 anni.

End of insertion

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo