Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Cisalpino nel mirino di Trenitalia

Dopo l'ultimatum delle Ferrovie svizzere, anche quelle italiane intervengono energicamente nella Cisalpino. Trenitalia annuncia l'intenzione di adire le vie legali.

Il progressivo peggioramento del servizio della joint-venture della stessa Trenitalia e delle FFS, non è più in linea con quello offerto dalle due case madri, sottolinea la società ferroviaria italiana. In una lettera inviata nei giorni scorsi all'azienda che gestisce il traffico tra Italia e Svizzera, Trenitalia evidenzia le carenze rilevate e il fatto che siano state disattese alcune richieste.

Trenitalia aveva infatti chiesto a Cisalpino di prolungare di sei mesi l'orario 2008, perché quello nuovo, in vigore dallo scorso 14 dicembre, era stato elaborato in funzione della consegna dei nuovi treni ad assetto variabile, cosa che non è avvenuta.

L'adozione del nuovo orario ha avuto come conseguenza l'introduzione di alcuni cambi di treno a Lugano, onerosi sul piano organizzativo ed economico e sgraditi ai clienti che, per proseguire il viaggio, si vedono costretti a scendere da un convoglio e salire su un altro.

Nella missiva, Trenitalia ricorda di avere da tempo chiesto formalmente a Cisalpino di dotarsi di un nuovo modello di gestione della manutenzione. Tale richiesta "non ha ancora avuto seguito", puntualizza l'azienda italiana.

(swissinfo.ch)


Link

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

×