Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Giochi olimpici La Svizzera chiude con un oro in mountain bike

Dopo il bronzo di Pechino e l’argento di Londra, Nino Schurter è riuscito domenica a mettersi al collo anche il metallo più prezioso, trionfando nella prova dei cross-country di mountain bike.

L’atleta svizzero, 30 anni, ha piazzato l’attacco decisivo a metà del penultimo giro, staccando il ceco Kulhavy, che lo aveva battuto quattro anni fa, e involandosi solitario al traguardo. Schurter ha chiuso la prova in poco più di un’ora e mezzo, con 50 secondi di vantaggio sul ceco. Terzo è giunto lo spagnolo Nicolas Coloma. Sesto l’altro svizzero Mathias Flückiger.

L’oro olimpico era uno dei pochi titoli che ancora mancava nella bacheca dell’atleta grigionese. Oltre a conquistare il bronzo ai Giochi di Pechino nel 2008 e l’argento ai Giochi di Londra nel 2012, Schurter è stato finora cinque volte campione del Mondo e ha vinto quattro volte la coppa del Mondo.

Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Una gara che è stata seguita con entusiasmo in Surselva, regione d’origine dell’atleta grigionese.

Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La medaglia vinta da Schurter è la settima di questi Giochi conquistata dalla delegazione svizzera. Il bilancio da Rio de Janeiro dell’inviato della Radiotelevisione svizzera Andrea Mangia.

Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

swissinfo.ch con RSI (TG del 21.08.16)

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

×