Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Le radici di Obama arrivano anche in Svizzera

Ried presso Kerzers, presto gemellato con Washington?

(Keystone)

Un villaggio friburghese si è inserito nella discussione sviluppatasi ultimamente sulle origini multietniche di Barack Obama. Al termine di tre mesi di ricerche negli archivi locali, un archivista elvetico ha tracciato un albero genealogico della famiglia del presidente degli Stati Uniti che ha radici anche a Ried, presso Kerzers.

Dopo la conferma che un antenato di Obama – Hans Gutknecht – nel 1720 viveva nel comune alsaziano di Bischwiller, degli esperti avevano formulato l'ipotesi che fosse di origine svizzera. Ora è stato scoperto il suo atto di battesimo a Ried, presso Kerzers.

Nella regione del tipico villaggio rurale friburghese, dove si parla dialetto svizzero tedesco, in passato il cognome Gutknecht era molto diffuso. Quando negli ultimi anni hanno cominciato a circolare speculazioni su possibili legami con il presidente americano, alcuni Gutknecht del posto hanno sostenuto di essere imparentati con Obama.

L'esecutivo comunale ha deciso di svelare il "mistero" una volta per tutte. Ha quindi incaricato il proprio genealogista Hans Herren di chiarire la questione. Dopo avere accertato che vari rami familiari di Gutknecht non c'entravano, il ricercatore ha tracciato la genealogia di una famiglia del vicino villaggio di Fräschels. Essa termina con un dodicenne, lontano cugino di Barack Obama.

Al contempo, Herren ha trovato l'atto di battesimo del 1692 di un Hans Gutknecht, che era nonno di settimo grado di Obama da parte materna. Nei primi anni del 1700 questo Hans Gutknecht era emigrato in Francia. Suo figlio si era poi trasferito in Pennsylvania, dove aveva trasformato il cognome in Goodnight. Le scoperte del genealogista sono state certificate dall'Archivio cantonale di Friburgo.

Cittadinanza onoraria

La documentazione e i risultati saranno presentati in una conferenza stampa, il 13 luglio a Ried. Invitata all'evento, l'ambasciata degli Stati Uniti a Berna ha risposto che non può essere rappresentata ufficialmente a un appuntamento privato, ha detto a swissinfo.ch il sindaco Heinz Etter.

"In seguito ho scritto allo stesso presidente USA. Il municipio ha deciso che avrebbe cercato di conferirgli la cittadinanza onoraria e di trasmettergli il documento", dice il sindaco. Ma finora da Washington non è arrivata alcuna reazione.

Elisabeth Thomas, un'abitante di Ried, medita sull'impatto dei legami con Obama. "È incredibile. La gente ne parla. Alcuni ci credono, altri no", racconta a swissinfo.ch. "In un villaggio come questo, potete immaginare come reagisce gente politicamente a destra quando si parla di neri. Ma quando dite a queste stesse persone che forse hanno un legame di parentela con il presidente americano, allora…".

"Sono fiero", dice Martin Schidrig, un altro abitante incontrato sulla strada principale. "Credo che sia un bravo tipo. So che la gente nel villaggio era veramente felice della sua elezione. Ciò era possibile solo negli Stati Uniti. Non posso immaginarmi un presidente nero qui". "L'America è un paese di immigrati ed è bello che continui ad esserlo".

Buone notizie per i democratici

Nel libro "Dreams of My Father", Obama ricorda dei dettagli di parte delle sue radici keniote. E negli ultimi anni è stato tracciato l'albero genealogico di sua madre, nel quale si è risaliti a origini in Germania, Francia e Irlanda.

La scoperta di Ried è stata raccolta e divulgata dallo storico friburghese Alain Chardonnens, che ha scritto un libro sui primi cento giorni di presidenza di Obama. Ulteriori prove di origini elvetiche di Obama contribuirebbero a zittire quegli oppositori che diffondono la teoria della cospirazione sulle origini del presidente, secondo la quale egli non sarebbe nato negli Stati Uniti.

"Era molto importante per lui e per il Partito democratico nel 2008. I repubblicani avevano attaccato il suo nome arabo, Hussein. I democratici volevano dimostrare agli elettori bianchi, che Obama aveva anche origini bianche e che era un americano come qualsiasi altro", spiega Chardonnens a swissinfo.ch.

Ora, la scoperta delle sue radici svizzere sarà una "buona notizia" per i democratici, afferma lo storico e sostenitore di Obama. "Presto ci saranno le elezioni di mid-terms. Il Tea Party ha già cominciato ad attaccare Obama. Il suo certificato di nascita è nel mirino".

A Ried tutto come prima

Quanto al villaggio di Ried, secondo Chardonnens, questa scoperta "per gli abitanti è motivo di grande orgoglio. Ma cosa si potrebbe fare?", s'interroga il ricercatore, che suggerisce scherzosamente l'erezione di una statua di Obama nel comune friburghese o un gemellaggio con Washington.

Il fatto che degli avi di Obama provenissero da Ried, non porterà comunque vantaggi economici o politici al comune di 1'064 abitanti. L'improvvisa notorietà cui è recentemente assurto il villaggio non ha scombussolato le abitudini locali. "Non abbiamo smesso di lavorare. Nulla è cambiato", dice il sindaco Heinz Etter.

Jessica Dacey, Ried presso Kerzers, swissinfo.ch
(Traduzione dall'inglese: Sonia Fenazzi)

genealogia

La genealogia, nota anche come storia di famiglia, è una disciplina che si occupa di ricostruire e tramandare le origini familiari, le discendenze e i legami di parentela.

In Svizzera è presente dal 1934 una Società Svizzera di Studi Genealogici che pubblica ogni anno un annuario, e tutta una serie di società cantonali e regionali.

La ricerca genealogica si basa su conoscenze interdisciplinari: coniugando in modo sistematico elementi di carattere storico-sociale, archivistico e giuridico (diritto di famiglia) e socio-linguistico (onomastica) si ottengono gli strumenti idonei alla ricerca.

L'albero genealogico è generalmente l'elenco completo degli antenati, o più specificamente, un grafico utilizzato nella genealogia per mostrare i rapporti familiari tra individui. L'albero egistra gli antenati in linea di ascendenza diretta.

Fine della finestrella

albero genealogico

Hans Gutknect (1692-1762) di Ried presso Kerzers sposa Anna Barbara Kiefer. La coppia migra a Bischwiller in Francia e ha un figlio, di nome Christian (1722-1795). Questi più tardi si trasferisce negli Stati Uniti, sposa Maria Grünholtz e cambia il cognome in Goodnight.

Suo figlio Samuel Goodnight sposa Magdalena Berkeimer. La coppia ha una figlia chiamata Catherine che sposa Jacob Dunham.

Il loro figlio, Jacob Dunham, sposa Louise Eliza Stroup. Il figlio della coppia, che si chiama Jacob William Dunham, sposa Mary Ann Kearney. Dall'unione nasce Ralph Waldo Emerson Dunham.

Questi sposa Ruth Lucile Armour, che gli dà un figlio: Stanley Dunham, che sposa Madelyn Payne.

La loro figlia Ann Dunham sposa Barack Hussein Obama. Dal matrimonio nasce l'attuale presidente degli Stati Uniti, Barack Hussein Obama.

Fine della finestrella


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

×

In evidenza