Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Tribunale penale federale sotto pressione

Le pratiche giunte all'alta corte sono aumentate di quasi il 50% nel 2008 in confronto all'anno precedente. Un'evoluzione in controtendenza rispetto agli altri Tribunali federali.

I procedimenti inoltrati al Tribunale penale federale (TPF) di Bellinzona l'anno scorso hanno raggiunto quota 721, contro i 498 del 2007.

Di fronte alla lievitazione del volume di lavoro, il TPF ha chiesto rinforzi: tre giudici supplementari, due francofoni e un tedescofono. Nel rapporto di attività 2008 dei Tribunali federali, pubblicato lunedì, il presidente del TPF Alex Staub rileva che il rispetto del trilinguismo pone problemi organizzativi.

Il numero dei casi sottoposti al Tribunale amministrativo federale (TAF) è invece lievemente calato, da 8554 a 8357. Il TAF è riuscito a liquidare un numero superiore di procedimenti rispetto al 2007, ma il ritardo accumulato preoccupa ancora il suo presidente Christoph Bandli.

Negli ultimi mesi il TAF è stato sollecitato nella vicenda dei clienti americani dell'UBS e nelle decisioni della FINMA (l'autorità di sorveglianza dei mercati finanziari). L'esito dei procedimenti non può essere determinato con certezza, osserva Bandli. Esso dipende dalla portata dell'accordo concluso fra l'UBS e le autorità fiscali statunitensi. Sarà necessario esaminare in modo preliminare se l'accordo contempla pure la revoca della domanda di assistenza di Washington.

Quanto al Tribunale federale di Losanna ha invece attraversato una "fase di consolidamento", secondo il suo presidente Lorenz Meyer. Il volume delle procedure è rimasto stabile, ma a un livello elevato: sono state registrate 7147 nuove cause, contro 7195 nel 2007.


Link

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

×