Swiss: accordo con il personale di terra

La compagnia aerea, che impiegava 12'000 persone nel 2002, ha già tagliato quasi la metà dei suoi effettivi Keystone

La compagnia aerea, che dovrebbe passare nelle mani della Lufthansa, ha annunciato un nuovo contratto collettivo di lavoro per il personale di terra.

Questo contenuto è stato pubblicato il 21 marzo 2005 - 09:39

Entrerà in vigore il 1° aprile, assieme al nuovo piano sociale per i dipendenti colpiti dalle ultime misure di ristrutturazione.

La compagnia aerea Swiss ha concluso con la maggioranza dei sindacati un nuovo contratto collettivo di lavoro (CCL) per il suo personale di terra.

La nuova convenzione sarà valida dal primo aprile ed entrerà in vigore simultaneamente al nuovo piano sociale, ha reso noto lunedì Swiss.

In gennaio, la compagnia aerea aveva infatti annunciato la soppressione di un altro migliaio di posti di lavoro.

Il CCL per il personale di terra era stato disdetto nel settembre scorso dalla direzione della compagnia. La sua validità era stata però in seguito prolungata, in attesa dell'esito dei negoziati con i rappresentanti sindacali.

Ancora da ratificare

Il comunicato di Swiss non fornisce dettagli sul contenuto del CCL, che - si precisa - deve ancora essere ratificato dagli organi competenti di tutti i partner.

«Dopo negoziati difficili, ma sempre in uno spirito costruttivo», la direzione della compagnia e le delegazioni dei sindacati SEC Svizzera, SSP Trasporti aerei e PUSH hanno raggiunto un accordo, scrive Swiss nella nota, senza citare il Sindacato del personale dei trasporti SEV-GATA.

Secondo Swiss, il nuovo CCL tiene conto del progetto di «risanamento» in corso e della situazione concorrenziale più accesa, ma offre ai salariati «la certezza di condizioni di lavoro difendibili sul piano sociale».

La compagnia non ha invece ancora trovato un accordo con i sindacati in vista di un nuovo CCL per il personale di cabina. Il vecchio contratto era stato disdetto dalla direzione nel dicembre scorso.

Titoli sospesi

Sempre lunedì, il commercio delle azioni Swiss è stato sospeso alla borsa svizzera (swx).

La direzione ha deciso di ritirare i titoli, fino a martedì sera, in attesa dell'esito dell'importante riunione del consiglio di amministrazione della compagnia.

Al centro della riunione figura infatti il progetto di vendita di Swiss alla tedesca Lufthansa.

swissinfo e agenzie

Fatti e cifre

Nel settembre scorso, la direzione di Swiss aveva denunciato il contratto collettivo di lavoro (CCL) per il personale di terra.
In dicembre, la compagnia aveva disdetto per la fine del 2004 anche il CCL per il personale di cabina.
Il nuovo CCL concluso con i sindacati per il personale di terra dovrebbe entrare in vigore il 1° aprile.
Negoziati sono invece ancora in corso in vista di nuovo CCL per il personale di cabina.

End of insertion

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo