Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Swiss: più aerei per i lunghi tragitti

In futuro gli arei di Swiss porteranno il nome di una città svizzera

(Keystone)

La compagnia aerea Swiss – controllata dalla tedesca Lufthansa – si dota di cinque nuovi apparecchi per i voli a lunga distanza e crea così 550 posti di lavoro.

Dopo anni di smantellamenti e ristrutturazioni, l'erede della fallita Swissair inverte per la prima volta la rotta e procede ad un rafforzamento della sua flotta.

Nei prossimi due anni Swiss creerà 550 impieghi in seguito al rafforzamento della sua flotta con cinque velivoli Airbus, due A330 e tre A340. La compagnia, controllata dalla Lufthansa, intende pure offrire nuove destinazioni.

Il primo A330, che offre 200 posti a sedere, è entrato ufficialmente a far parte della flotta di Swiss lunedì. In dicembre arriverà il secondo A330. I due velivoli, che hanno sei anni, provengono dalla Lufthansa.

Zurigo-Miami tutti i giorni

Se il primo aereo servirà a sostituirne uno che finora era stato affittato, il secondo permetterà di offrire più voli. Il direttore di Swiss, Christoph Franz, ha accennato a questo proposito ad un probabile collegamento giornaliero Zurigo – Miami.

Inoltre, entro l'estate del 2008, l'aviolinea elvetica si doterà anche di tre A340 e disporrà così di 23 velivoli di lungo raggio. In totale la flotta conterà 72 aerei.

Swiss ha raggiunto accordi preliminari per i tre A340. Uno proverrà da Air Canada e gli altri due da Austrian Airlines. Il primo sarà utilizzato sulle linee attuali mentre gli altri due serviranno ad estendere l'offerta. La compagnia non ha ancora scelto le future destinazioni, ma – ha spiegato Christoph Franz – pensa soprattutto alla Cina, all'India e all'America del nord.

In totale i costi per i nuovi velivoli – acquisiti con un contratto di leasing della durata di cinque anni – ammonteranno a 35 milioni di franchi l'anno.

Verso la stabilità

Per Christoph Franz, i nuovi aerei dimostrano che Swiss ha davanti a sé un futuro promettente. Gli effetti positivi dell'integrazione in Lufthansa si sono fatti sentire prima del previsto. Nei primi nove mesi del 2006, la compagnia ha realizzato un utile netto consolidato di 174 milioni, contro una perdita di 81 milioni l'anno precedente. Quest'anno, per la prima volta la compagnia area potrà mostrare un risultato positivo caratterizzato da «buone cifre nere».

La fine del 2006 coinciderà anche con la fine del programma di ristrutturazione che, partito nel 2002, ha portato al dimezzamento del personale. Swiss conta attualmente 6475 dipendenti.

Nuovi nomi

Swiss intende innovare anche per quanto riguarda i nomi. L'A330 presentato lunedì è stato chiamato «Berna».

La compagnia rompe così con la tradizione dei nomi di montagne. In futuro, gli aerei verranno ribattezzati con il nome di capitali cantonali, di località turistiche o di comuni che si trovano nelle vicinanze di un aeroporto.

swissinfo e agenzie

Fatti e cifre

Per l'entrata in vigore dell'orario estivo 2007, Swiss disporrà in totale di 72 aerei e servirà 70 destinazioni.
I costi per il leasing di cinque nuovi aerei e per l'assunzione del personale necessario ammontano a 35 milioni di franchi l'anno.
Attualmente Swiss conta 6'475 impieghi; i nuovi velivoli permetteranno di crearne 550 di nuovi.
Nei primi nove mesi del 2006, Swiss ha registrato un utile di 174 milioni di franchi; nello stesso periodo del 2005 aveva messo in bilancio una perdita di 81 milioni.

Fine della finestrella


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

×