Trattamento della sterilità: test positivo per Ares Serono

Il centro di biotecnologia della Serono a Corsier-sur-Vevey Keystone

Hanno dato esito positivo i test condotti dalla società ginevrina di biotecnologia, congiuntamente alla britannica PowderJect Pharmaceuticals, su una nuova versione del medicamento Gonal-F da somministrare per via orale.

Questo contenuto è stato pubblicato il 12 giugno 2000 - 11:01

Si apre ora la fase dello sviluppo clinico del farmaco, che non dovrà più essere iniettato. Il vecchio medicinale, da somministrare con l'uso della siringa, era già leader mondiale del settore e nel 1999 ha fatto registrare vendite per un ammontare di 350 milioni di dollari, il 40 percento in più rispetto all'anno precedente.

Le due società avevano concluso un accordo per questo programma nel febbraio del 1999. Dopo questa prima tappa, PowderJect riceverà un primo pagamento di 1 milione di sterline da parte della Serono.

Frattanto, l'agenzia americana di controllo dei medicamenti (la Food and Drug Administration, FDA) ha già attribuito alla Serono le nuove concessioni necessarie per mettere sul mercato il Gonal-F.

Solo negli Stati Uniti, oltre 6 milioni di coppie soffrondo di sterilità. Le cause vanno ricercate, per le donne, nella mancanza di ovulazione, dovita a una carenza di ormoni; per gli uomini, la sterilità è dovuta a parecchi fattori, come i disturbi della produzione di sperma, lpure legati a cause ormonali.

Ora, il principio attivo del Gonal-F induce l'ovulazione nella donna e la produzione di spermatozoi nell'uomo, a condizione che la causa della sterilità non sia legata a una disfunzione testicolare primaria.

swissinfo e agenzie

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo