Navigation

Afghanistan: attacco suicida a ospedale militare di Kabul, 6 morti

Questo contenuto è stato pubblicato il 21 maggio 2011 - 14:13
(Keystone-ATS)

I talebani afghani hanno sfidato ancora una volta con successo l'imponente meccanismo di massima sicurezza che protegge la "zona verde" di Kabul riuscendo ad infiltrare due kamikaze nel centrale ospedale militare, uno dei quali si è fatto esplodere in una tenda dove si trovava un gruppo di studenti che seguivano una esercitazione chirurgica, con un bilancio provvisorio di almeno sei morti e 23 feriti.

L'azione è stata immediatamente rivendicata da Zabihullah Mujahid, portavoce degli insorti secondo cui obiettivo erano "gli addestratori stranieri ed i medici afghani che lavorano per loro".

L'attentato, ha riferito Tolo Tv, è avvenuto poco dopo le 12.00, quando l'ospedale era affollato di familiari dei militari feriti, in una zona del distretto di Wazir Akbar Khan, a poche centinaia di metri dal ministero della sanità e dall'ambasciata degli Stati Uniti.

Dopo l'azione del kamikaze, ha riferito un medico, vi è stato un fuggi fuggi generale di civili e militari, nel timore di una seconda esplosione. In effetti, secondo fonti della sicurezza, un secondo attentatore suicida sarebbe attivamente ricercato nella zona dell'ospedale, che ha 400 letti.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?