Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Approfondire i costi economici, le conseguenze di un rinvio dei lavori di risanamento della galleria autostradale del San Gottardo e della rampa di carico di Erstfeld. Questa la decisione emersa oggi dall'incontro a Berna tra la consigliera federale Doris Leuthard e rappresentanti dei governi di Ticino, Uri, Grigioni e Vallese.

I colloqui - fa sapere in un comunicato il Dipartimento dei trasporti (DATEC) - hanno riguardato principalmente i futuri lavori di risanamento della galleria, che toccheranno da vicino i quattro cantoni. La Leuthard ha voluto sentire i loro pareri e le loro esigenze; all'incontro erano presenti anche il direttore dell'Ufficio federale delle strade, Rudolf Dieterle, e il vice Jürg Röthlisberger.

Al centro dell'incontro vi era il rapporto pubblicato dal Consiglio federale lo scorso 17 dicembre: un documento contenente un'analisi di tutti gli elementi di cui tenere conto per il risanamento della galleria del San Gottardo. È emersa l'esigenza di approfondire alcuni aspetti, a seguito soprattutto della preoccupazione manifestata dal Ticino - la cui delegazione era guidata da Luigi Pedrazzini - di un isolamento durante i lavori in galleria.

Il Consiglio federale non si è ancora espresso sulla variante da attuare per i lavori: prenderà una decisione non appena tutti i Cantoni interessati, i partiti, le commissioni parlamentari e le organizzazioni interessate avranno avuto la possibilità di esprimere il proprio parere.

Il risanamento della galleria stradale del San Gottardo sarà all'ordine del giorno di una riunione della Commissione dei trasporti del Consiglio degli Stati a metà febbraio, fa sapere il DATEC.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS