Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'AJA - Riprenderà il 13 aprile il processo all'ex leader dei serbo-bosniaci, Radovan Karadzic: oggi la Corte d'appello del Tribunale dell'Aja ha rigettato la sua richiesta di sospendere il processo per preparare meglio la difesa.
Il processo a Karadzic si è aperto il 26 ottobre scorso con la lettura delle accuse da parte del procuratore, in assenza dell'imputato che ha sempre boicottato il suo processo. Subito dopo è stato sospeso per nominare un avvocato d'ufficio che potesse rappresentare Karadzic, ma anche questa mossa è stata boicottata dall'ex leader dei serbi di Bosnia che ha fatto appello contro la nomina dell'avvocato e ha chiesto più tempo per preparare la sua difesa da solo.
Ma la Corte ha rigettato il ricorso e ha stabilito che il processo riprenderà il 13 aprile con la presentazione delle prove e delle testimonianze. Karadzic è accusato di genocidio e pulizia etnica in Bosnia, compreso il massacro di Srebrenica.

SDA-ATS