Commissione della concorrenza multa pesantemente Swisscom

Quasi 72 milioni franchi: è la multa inflitta dalla Commissione della concorrenza (COMCO) alla Swisscom, per abuso di posizione dominante nel settore della trasmissione in diretta sulla Pay-TV di partite dei campionati di calcio e hockey su ghiaccio. L’operatore respinge le accuse e annuncia ricorso.

swissinfo.ch e tvsvizzera.it (TG RSI del 24.05.16)

La società ha agito tramite la filiale, CT Cinetrade, che detiene diritti esclusivi a lungo termine ed estesi per la trasmissione di contenuti sportivi sulla Pay-TV svizzera, ha comunicato la COMCO. La Swisscom ha rifiutato ad alcuni concorrenti qualsiasi offerta per la trasmissione in diretta di eventi sportivi sulle loro piattaforme. Ad altri concorrenti, come ad esempio la Cablecom, la Swisscom ha invece garantito solamente l'accesso ad un'offerta limitata. Inoltre, alcuni concorrenti potevano offrire ai loro clienti contenuti sportivi unicamente se legati al pacchetto di base di Teleclub (anch'essa filiale della Swisscom).

In una nota, la Swisscom si dice convinta di "comportarsi in conformità alla legge nella commercializzazione di contenuti sportivi". La società annuncia di voler impugnare la decisione dinanzi al Tribunale amministrativo federale e all'occorrenza davanti al Tribunale federale.


Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo