Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Alla prova dei fatti Gli affitti in Svizzera sono davvero in aumento?

Wohnblöcke

Palazzine nel comune argoviese di Spreitenbach, che fa parte dell'agglomerato della città di Zurigo.

(© Keystone / Gaetan Bally)

Recentemente, l'elettorato svizzero ha respinto un'iniziativa popolare che chiedeva più abitazioni a prezzi accessibili. Intorno alla votazione si è accesa una discussione sull'aumento o il calo degli affitti in Svizzera. Una verifica.

Secondo l'Associazione svizzera degli inquilini, l’andamento degli affitti negli ultimi anni conosce una sola direzione: verso l'alto. "Dal 2005 le pigioni sono aumentate di oltre il 17% in base all'indice degli affitti", scrive in un comunicato stampa l’ASI, secondo la quale i proprietari cercano di ottenere alti rendimenti a scapito degli inquilini.

Effettivamente molti investitori sono diventati attivi sul mercato immobiliare in mancanza di alternative valide in altri settori. Ma questa tendenza può anche portare a un eccesso dell’offerta e di conseguenza a un calo degli affitti.

Dati contrastanti

Diamo un'occhiata ai dati: in base all’Indice degli affittiLink esterno dell'Ufficio federale di statistica (UFS), negli ultimi anni i canoni sono chiaramente aumentati. Secondo gli indici di alcune società private sono invece leggermente diminuiti.

(1)

A cosa è dovuto questo divario? Uno dei motivi è che non tutti gli indici misurano la stessa cosa.

L'UFS rileva i dati relativi agli affitti, utilizzando un campione che comprende sia i canoni di contratti di locazione in corso sia i nuovi canoni. Gli indici delle società private, invece, mostrano l'andamento dei prezzi delle abitazioni in affitto attualmente disponibili sul mercato.

I “vecchi” inquilini pagano meno

In Svizzera, i canoni d'affitto dei contratti esistenti non possono essere aumentati senza un buon motivo – ad esempio, lavori di rinnovamento. Gli inquilini che affittano un appartamento già da molto tempo pagano quindi in media pigioni più basse di quelle proposte sul mercato per i nuovi contratti.

Se il cosiddetto tasso d'interesse di riferimento ipotecario scende, gli inquilini possono addirittura chiedere una riduzione dell'affitto.

Perché il calo degli affitti non è ancora visibile nelle statistiche?

L'indice dei prezzi degli affitti dell'UFS registra sia gli aumenti dei canoni in seguito a un cambiamento di inquilino o a lavori di rinnovamento, sia le riduzioni delle pigioni nell'ambito di un adeguamento del tasso di riferimento. Questo indice mostra quindi l'andamento dei canoni di tutti i contratti locativi in Svizzera.

"Gli aumenti dei prezzi d'affitto per i contratti più vecchi possono certamente compensare determinate riduzioni dei prezzi d'affitto per i contratti più recenti", afferma Hans Markus Herren dell'UFS. Se gli affitti disponibili sul mercato sono diminuiti negli ultimi anni, questo non è quindi immediatamente visibile nell'indice degli affitti.

Conclusione: tutto dipende da quale indice si consulta. L'affermazione dell'Associazione svizzera degli inquilini è sostanzialmente corretta: dal 2005 gli affitti in Svizzera sono aumentati nominalmente di oltre il 18% secondo l'Indice dei prezzi degli affitti. In base agli indici di alcune società private, dal 2016 i prezzi degli alloggi disponibili sul mercato sono leggermente diminuiti, in misura diversa a seconda della regione.


Secondo l’indice degli affitti di homegate.chLink esterno, i prezzi degli appartamenti disponibili sono aumentati dello 0,62% nell’ultimo anno – anche se con forti differenze regionali. Nella città di Zurigo gli affitti sono saliti del 3,29% nel 2019 rispetto all'anno precedente, mentre nel Canton Argovia sono diminuiti dello 0,18% e nel Canton Giura dello 0,30%.

In base all’indice di ImmoScout24Link esterno, nel 2019 gli affitti proposti negli annunci online sono scesi dello 0,5%. Anche qui ci sono state differenze regionali: i canoni sono diminuiti dell'1,1% nella regione del Lago Lemano e dell'1,7% nella Svizzera centrale, mentre sono aumentati dell'1,9% in Ticino e dello 0,6% nella grande regione di Zurigo.

Anche secondo l'indice di WüestPartnerLink esterno, nel 2016 gli affitti in Svizzera sono diminuiti rispetto all'anno precedente. Rispetto al 2000, tuttavia, sono aumentati di oltre il 40%.

Fine della finestrella

Partecipare Ha ricevuto informazioni sulla Svizzera che vorrebbe farci verificare?

Ci sono molti luoghi comuni e pregiudizi sulla Svizzera. Alcuni corrispondono in una certa misura alla realtà, altri sono assolutamente privi di ...


Traduzione di Armando Mombelli

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.