Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

In ricordo di un pensatore universale

Di , Tenero-Contra

La tomba di sir John Eccles a Tenero-Contra, in Ticino (foto: Rolf Amgarten)

Una nuova fondazione vuole ricordare la vita e l'opera del premio Nobel per la medicina, sir John Eccles.

Lo scienziato, che per anni visse a Tenero-Contra, cercò di capire come funziona il rapporto fra corpo e spirito e come nasce la coscienza.

Come molte personalità del mondo culturale anche John Eccles, nato a Melbourne, in Australia, aveva scelto di trascorrere la vecchiaia in Ticino. A Tenero-Contra, sul lago Maggiore, Eccels vive con la moglie, Helena, per più di 30 anni, fino alla sua morte, nel 1997, all'età di 94 anni.

Nel 1963, era stato insignito a Stoccolma del premio Nobel per la medicina per i suoi studi di neurofisiologia sulla trasmissione dello stimolo nelle cellule nervose. La lista delle sue pubblicazioni mediche e filosofiche è lunga.

Per ricordare la vita e l'opera del grande pensatore e promuovere la ricerca nei campi più a cuore a John Eccles, è stata da poco creata una fondazione in suo onore. Presidentessa onoraria è lady Helena Eccles, la vedova del premio Nobel.

Il presidente della fondazione è invece l'imprenditore ticinese Silvio Leoni, che all'età di 70 anni ha scritto una tesi su Eccles. Leoni ha anche messo a disposizione i 50'000 franchi del capitale di base della fondazione.

Ricerca sulle cellule nervose

Eccles nasce nel 1903 a Melbourne e qui si laurea in medicina. La sua attività di ricerca si concentra ben presto sul funzionamento del sistema nervoso. Nel corso della sua carriera si trasferisce in Gran Bretagna, Nuova Zelanda e negli Stati Uniti.

Eccles si interessa al rapporto fra cervello e spirito. Una delle sue domande ricorrenti è: Perché da un ammasso di cellule può nascere un pensiero? Come avviene la trasmissione dei pensieri? Che cos'è la coscienza?

Già nel suo libro "L'io e il suo cervello", scritto nel 1977 con il filosofo Karl R. Popper, opera che suscitò molto scalpore, il cattolico Eccles giunge alla conclusione che ogni essere umano dispone di una "coscienza del proprio io", individuale, che non si basa cioè solo sui processi materiali del cervello.

Dualismo e rapporto corpo-spirito

Eccles elabora una teoria secondo la quale la coscienza è composta da una serie di "unità mentali", che il premio Nobel chiama "psiconi". Una tesi che non manca di suscitare anche critiche. Secondo gli avversari, il meccanismo che regola la singola trasmissione di uno stimolo non dice ancora niente sulla creazione del fenomeno di massa, chiamato coscienza, che si sviluppa dal concorso di milioni di cellule nervose e di miliardi di sinapsi.

In generale si può dire che il pensiero dualistico, così come lo ha interpretato John Eccles, ha perso molto della sua importanza. Come provare o smentire categoricamente un eventuale influsso divino o l'esistenza dell'anima?

Simposio per i 100 anni

Una cosa invece è certa: gli interrogativi che John Eccles si è posto decenni fa, sono validi ancora oggi. Proprio per questo motivo la fondazione si prefigge di ricordarne l'opera e le ricerche.

In febbraio, come prima iniziativa di un lungo ciclo, verrà organizzato al Monte Verità un simposio dal titolo "Il vicolo cieco del materialismo nel pensiero di sir John Eccles".

Il simposio sarà anche l'occasione per ricordare che il 27 gennaio 2003 il premio Nobel avrebbe festeggiato i 100 anni.

La sede della fondazione si trova a Locarno-Riazzino, dove l'istituzione dispone di locali e gestisce una biblioteca con l'opera completa di Eccles. A Tenero-Contra, il domicilio di un tempo, è invece stato eretto un monumento per il cittadino onorario Eccles: una fontana in granito, davanti al municipio, con tanto di insegna commemorativa.


In breve

La fondazione vuole mantenere vivo il ricordo dello scienziato e pensatore John Eccles e della sua opera e promuovere quei settori della scienza che gli stavano particolarmente a cuore.

In febbraio, il primo congresso organizzato dalla fondazione avrà come tema "Il vicolo cieco del materialismo nel pensiero di sir John Eccles" e si terrà al Monte Verità.

Il simposio coincide con un importante anniversario: il 27 gennaio 2003, Eccles avrebbe compiuto 100 anni.

Fine della finestrella

Fatti e cifre

Nato a Melbourne, Australia il 27.1.1903
Morto a Tenero-Contra, Svizzera il 2 maggio 1997
Nobel per la medicina nel 1963 (con A.L. Hodkin e A.F. Huxley)

Fine della finestrella


(traduzione: Elena Altenburger)


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

×