Prospettive svizzere in 10 lingue

Ritenete che il cambiamento climatico sia una frottola o una realtà? Perché?

Moderato da: Emilie Ridard

Siete piuttosto scettici sulla questione del riscaldamento climatico o preoccupati? Per quali motivi? Le vostre posizioni argomentate c’interessano!

I più letti
Quinta Svizzera

Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo italian@swissinfo.ch.

Francesco@magistra.org
Francesco@magistra.org

Complimenti per la domanda. Nel mondo di oggi ormai commenti su questo e altri temi sono ormai silenziati.

In tutta la discussione sul clima non viene mai preso in considerazione il fattore numero uno in assoluto, la fonte di energia primaria e la causa di venti e tempeste: il sole. La nostra stella ha dei cicli di 11 anni e altri piú lunghi, durante i quali la radiazione aumenta o diminuisce. Quanto riescano a fare 8 miliardi di formichine sulla terra non si compara nemmeno in forma infinitesimale su quanto possa essere la variazione solare.
Aggiungerei: la responsabilità di questo teorico cambio climatico viene attribuito all'aumento di CO2 nell'atmosfera, ma sono pochissimi quelli che sanno rispondere alla domanda: QUANTO % RAPPRESENTA IL CO2 nell'aria? Ve lo dico io: 0,04% . Di questo in teoria l'uomo é responsabile del 3% di aumento, ma questo è difficilmente misurabile perché a piú CO2 corrisponde maggiore vegetazione che assorbe piú CO2, senza considerare le regolari variazioni fra giorno e notte (le piante lo assorbono solo di giorno quando esposte alla luce).
Tirate voi le vostre conclusioni ma per me ci prendono per i fondelli. Cari saluti

Jack53
Jack53

Le esperienze personali non sono un metodo scientifico per stabilire se c'è una crisi climatica o meno.
Ci sono troppe variabili e fattori che entrano in gioco.
Come detto, il clima cambia sempre.
Non è questione di negare, ma ci deve essere vera evidenza, e non un isterismo ideologico, fatto per introdurre certe politiche.
Come chi per esempio vuole arrivare a zero emissioni di co2, il che significa genocidio, gli esseri umani emettono co2, significa allora che dobbiamo sterminare tutti? Ovviamente no.

marco brenni
marco brenni
@Jack53

L'atteggiamento miope e disfattista in un ambito essenziale come quello del clima è solo dannoso per noi tutti!
Le esperienze personali invece contano eccome (!) : le testimonianze sull'arco di un vita sono preziose, ad es. su forte ritiro de ghiacciai in tempi rapidi, mai visti in precedenza.
Fare lo struzzo non porta a nulla se non a peggiorare la situazione, già al limite dell'irreversibilità!

Jack53
Jack53
@marco brenni

Le esperienze personali contano in maniera relativa, per valutare una cosa come il clima, che varia sempre, ci vuole evidenza e dati scientifici.
Ci sono troppi fattori che già subentrano da soli, come i cicli solari ecc.
Quello non significa fare lo struzzo.
Se siamo onesti, questa della crisi climatica, è diventata una questione politicizzata, quasi un culto, e invece dovrebbe essere solo scientifica. La soluzione proposta al problema, se c'è, è sempre quella di tassare ed incoraggiare le rinnovabili come eolico e solare, da parte dei catastrofisti, che dicono che il mondo finirà di esistere altrimenti.
Le rinnovabili non saranno mai in grado di fornire da sole energia sufficiente, in modo costante e a prezzi bassi, per il fabbisogno di un paese.
Realisticamente una qualsiasi nazione ha bisogno di energia, per cui in un modo o nell'altro abbiamo bisogno di fonti energetiche in aggiunta alle rinnovabili, se non saranno fossili, dovrà essere nucleare, ma gli ecologisti sono contrari ad entrambe.

marco brenni
marco brenni

Il cambiamento climatico è fuori discussione e l'ho vissuto personalmente sull'arco di ca. 70 anni di vita. Da bambino a Zurigo in città nevicava sempre, e nel quartiere dove abitavo un po' in periferia, si slittava addirittura sulle strade percorse da poche auto. Un classica era quella che costeggiava la collina del Burghölzi fino alla Bleulerstrasse: sempre innevata da inizio dicembre fino a marzo circa. La primavera era annunciata quando si incominciavano a vedere macchie di asfalto sotto la lo zoccolo indurito di neve. Altre testimonianze le ebbi da sciatore: ad es. i ghiacciai dell'Engadina si sono fortemente ritirarti rispetto agli anni'60 tanto che la prima parte della discesa del Corvatsch ha dovuto essere spostata per il parziale ritiro del ghiacciaio. Tutti quanti i ghiacciai delle alpi sono in forte ritirata e in un arco di tempo breve mai visto prima! Chi nega ancora, o non vuole vedere, o è in malafede.

Jack53
Jack53

Come disse Mark Twain: "È più facile ingannare le persone che convincerle che sono state ingannate."
In realtà i cambiamenti climatici ci sono sempre stati nel corso della storia del nostro pianeta, e sempre ci saranno; fino a qualche anno fa veniva chiamato riscaldamento globale, ora cambiamento climatico.
La questione è più politica che scientifica, rispetto a quello che viene continuamente martellato come una propaganda incontestabile.
Per poter introdurre il "Green New Deal" voluta dai grandi gruppi finanziari e dalle forze globaliste.
Riduzione del consumo di energia, aumento del costo dell'elettricità, riduzione dello standard di vita e nuove tasse, questo è in poche parole l'agenda "ecologista" fatta per "salvare il pianeta".

Michele.Brugnatti
Michele.Brugnatti

Il cambiamento climatico c'è eccome: lo dimostrano le nostre montagne. Nell'inverno 2020 ci sono state ben poche nevicate e la Brevine, una volta considerata la Siberia svizzera, non ha visto cadere un fiocco di neve. Durante i miei viaggi in Svizzera, vedo un Paese a diverse facce: zone ove le foreste sono molte ben curate (Basilea Campagna, Berna, per esempio), zone ove sono martoriate (Grigioni, in particolare dalle parti di Davos) e zone ove c'è un enorme potenziale di rimboschimento (Ticino e Neuchatel). L'ideale sarebbe sapere dove tener d'occhio la situazione e avere dei report periodici circa lo stato di salute delle nostre foreste.

Claude2011
Claude2011
Il seguente commento è stato tradotto automaticamente da FR.

Non sappiamo molto del nostro pianeta, se non che contiene ogni sorta di cose che noi umani pensiamo ci appartengano.

Nous ne savons pas grand chose de notre planète, sauf qu'elle contient toutes sortes de matières que nous, humains, croyons que ça nous appartient.Peut-être que c'est le dernier moment de nous poser des questions telles que : à quoi servent toutes ces matières pour la planète avant de tout saccager.

almamy
almamy
Il seguente commento è stato tradotto automaticamente da FR.

Penso che sia una realtà perché ci viviamo in Africa, l'inverno in Africa occidentale, soprattutto in Mali, dura solo 2 settimane al massimo.

Je pense que c’est une réalité car nous on vie dedans en Afrique, l’hiver en Afrique de l’Ouest surtout au Mali sa ne dur que 2 semaines maximum

Olivier Wilhem
Olivier Wilhem
Il seguente commento è stato tradotto automaticamente da FR.

Vivendo nell'est dell'Uruguay, in campagna, da tredici anni, ci sono già solo l'autunno e l'inverno, alternando sei mesi di pioggia a sei mesi di siccità, con differenze di 20°C in 24 ore. Quest'inverno, 4 mesi di gelate, perché intorno a 0°C all'alba, l'erba non cresce.Non ci sono più cieli azzurri, senza venti forti, ecc.Quindi, non abbiamo bisogno di rapporti IPCC per vedere che questa è una realtà

Vivant dans l'est de l'Uruguay, en campagne, depuis treize ans, il n'y a déjà plus que l'automne et l'hiver.En alternant six mois de pluie avec six mois de sécheresse.Avec des écarts de 20C en 24 heures. Cet hiver, 4 mois avec des gelées, car autour de 0C à l'aube, l'herbe ne pousse pas.Il n'y a plus de ciel bleu, sans vent très fort, etc.Alors, pas besoin des rapports du GIEC pour voir que c'est bien une réalité

Contenuto esterno
Non è stato possibile registrare l'abbonamento. Si prega di riprovare.
Hai quasi finito… Dobbiamo verificare il tuo indirizzo e-mail. Per completare la sottoscrizione, apri il link indicato nell'e-mail che ti è appena stata inviata.

I dibattiti più recenti

Le più recenti opportunità per discutere di argomenti importanti con lettori e lettrici di tutto il mondo.

Bisettimanale

La dichiarazione della SRG sulla protezione dei dati fornisce ulteriori informazioni sul trattamento dei dati.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR