Roche: Franz Humer lascia la doppia carica

Franz Humer non ricoprirà più la doppia carica di CEO e presidente del Cda Keystone

Franz Humer, amministratore delegato dell'azienda farmaceutica svizzera, lascerà la carica di presidente della direzione. Lo sostituirà, a sorpresa, Severin Schwann.

Questo contenuto è stato pubblicato il 19 luglio 2007 - 12:10

I buoni risultati di Roche nel primo semestre sono stati accolti positivamente in borsa; si prospettano risultati record per il 2007.

Il gruppo basilese Roche ha comunicato giovedì che Severin Schwan, attuale capo della divisione Diagnostics, sarà il nuovo presidente della direzione (CEO) dal marzo del 2008. Sostituirà il 61enne Franz Humer, che, dopo 7 anni, si concentrerà sulla funzione di presidente del consiglio di amministrazione.

Quarant'anni, austriaco, sposato con tre figli, Severin Schwan è dottore in diritto e diplomato in scienze economiche. Ha iniziato a lavorare per la casa farmaceutica nel 1993, nel settore delle finanze, prima di dirigere la divisione Diagnostics zona Asia-Pacifico.

Schwan entrerà in carica in occasione dell'assemblea generale che si terrà il 4 marzo 2008. La sostituzione di Schwan a capo del comparto diagnostico sarà definita in un secondo tempo.

L'organo di sorveglianza "tenuto conto della crescente complessità dei compiti", ha deciso di tenere separate in futuro le posizioni di presidente del Cda e di CEO, osserva Humer, citato nel comunicato stampa del gruppo.

Le previsioni della vigilia indicavano piuttosto il responsabile della divisione Pharma, William Burns, quale candidato favorito alla successione.

Risultati in crescita

Nel primo semestre del 2007 la Roche ha registrato un utile netto di 5,862 miliardi di franchi, in aumento del 29%. La cifra d'affari è invece salita del 15%, toccando i 22,827 miliardi. Nel settore farmaceutico la crescita corrisponde al 18% ed è tre volte superiore a quella del mercato mondiale, ha comunicato giovedì il gruppo basilese.

Tra i dati più significativi, il fatto che le vendite di medicamenti contro il cancro sono in rialzo del 22%. Le previsioni per il resto dell'esercizio sono rosee. La Roche si attende un aumento a due cifre del fatturato e un incremento dell'utile netto per l'intero 2007 ancora superiore.

La Roche ha infatti confermato le previsioni per l'intero anno per quanto riguarda il giro d'affari, indicando che sia a livello di gruppo sia nella divisione farmaceutica mira a un tasso di espansione a due cifre. Tra inizio gennaio e fine giugno il comparto Pharma ha generato ricavi pari a 18,27 miliardi di franchi, in rialzo del 17%.

Gli analisti interrogati dall'agenzia Reuters avevano pronosticato in media un fatturato di 22,765 miliardi per il gruppo, di 18,299 miliardi per la divisione farmaceutica e un utile netto di 5,391 miliardi.

A titolo di paragone, il concorrente Novartis aveva annunciato martedì un utile netto semestrale in crescita del 14% a 5 miliardi di franchi.

swissinfo e agenzie

Fatti e cifre

L'azienda Roche è stata fondata nel 1896 a Basilea
I suoi settori chiave sono quelli dei prodotti farmaceutici e diagnostici
Nel 2006 ha realizzato un fatturato di 42 miliardi di franchi
Utile: 9,2 miliardi di franchi (+27% rispetto al 2005)
Liquidità netta: 16 miliardi
Numero di impiegati nel mondo: 76'665
Numero di impiegati in Svizzera: 7860

End of insertion

Tamiflu a gonfie vele

Nonostante l'inverno mite, il medicamento contro l'influenza Tamiflu ha fatto registrare vendite particolarmente positive. Ciò è spiegabile alla luce delle misure preventive adottate da governi e aziende in vista di un'eventuale pandemia.

Roche ha comunicato giovedì che il farmaco è stato richiesto da oltre 80 Paesi, per un totale di circa 215 milioni di cicli di trattamento. La rete di produzione sviluppata nel corso degli ultimi due anni è ora in grado, se del caso, di fornire annualmente 400 milioni di cicli di trattamento.

End of insertion

Roche vuole acquistare Ventana

La Roche intende portare a termine l'acquisto dell'azienda statunitense Ventana, specializzata in diagnostica, ha dichiarato giovedì Franz Humer all'emittente televisiva CNBC.

Humer ha ribadito che l'offerta di 75 dollari per azione è adeguata e corretta.

Il consiglio di amministrazione di Ventana aveva deciso all'unaminità di respingere l'offerta pubblica di acquisto (Opa) di 3 miliardi di dollari (3,6 miliardi di franchi) lanciata dalla Roche.

End of insertion

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo