Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

La Svizzera in tre pollici e mezzo



Per ammirare i paesaggi delle Alpi svizzere non c'è bisogno di iPhone; il telefono può però rivelarsi molto utile per trovare simili posti

Per ammirare i paesaggi delle Alpi svizzere non c'è bisogno di iPhone; il telefono può però rivelarsi molto utile per trovare simili posti

(Keystone)

I turisti che visitano la Confederazione possono ormai contare anche sul loro iPhone. Svizzera Turismo ha infatti lanciato diverse applicazioni gratuite per rendere più divertenti le gite.

"Adesso, dopo essere usciti dal villaggio, dobbiamo svoltare a sinistra, varcare il ponte, entrare nel bosco e poi su, lungo il sentiero dei 14 tornanti fino ad arrivare al Creux-du-Van, il famoso circo glaciale nel canton Neuchâtel. Toh, una volta in cima possiamo mangiare qualcosa qui. Il ristorante si chiama… aspetta che clicco sulla forchetta… ah, il Soliat. Dalla fotografia sembra bello. Sarà aperto? C'è il numero. Per sicurezza chiamo… Ecco fatto, ci aspettano per l'una".

Addio vecchie cartine. È vero che non tradivano mai. Nessun problema di batteria; se cadevano, pace; se si bagnavano bastava stenderle un momento al sole. Quante imprecazioni però ogni volta che bisognava piegarle. Addio, quindi. Senza rimpianti, torno a fissare lo schermo del mio iPhone, sul quale ho appena scaricato una delle nuove applicazioni gratuite elaborate da Svizzera Turismo.

Si chiama Swiss Hike e propone 32 itinerari escursionistici in tutta la Svizzera. Ve ne sono per tutti i gusti: dalla facile passeggiata di poco più di tre ore lungo i vigneti terrazzati del Lavaux, alla ripida mulattiera che da Splügen, nei Grigioni, conduce fino al villaggio italiano di Isola e richiede una scarpinata di sei ore e mezza.

Impossibile perdersi

Una volta scelta l'escursione, sul telefono appare una breve descrizione del percorso – in tedesco, francese, italiano o inglese – la lunghezza e il dislivello. Un'altra funzione permette di consultare gli orari dei trasporti pubblici e di pianificare l'itinerario partendo, ad esempio, dal proprio luogo di domicilio.

Cliccando sull'opzione 'cartina escursionistica' appare invece il percorso sulla mappa topografica 1:25'000. Attivando la funzione GPS del telefono è praticamente impossibile perdersi. Proviamo a spostarci di qualche centinaia di metri dal tragitto consigliato. Sullo schermo una freccia indica che sono troppo ad est. Di 244 metri, per la precisione. Il cerchio blu mostra dove mi trovo, quello rosso dove dovrei essere. È ora di tornare sui miei passi. Non vorrei che il telefono cominciasse a dar segni di nervosismo.

Sulla cartina appaiono anche dei piccoli simboli. Una forchetta e un coltello indicano la presenza di un ristorante, un letto quella di un albergo, un apparecchio fotografico un luogo spettacolare e una stella fornisce informazioni su un villaggio. Ma c'è di più. Una volta selezionata la forchetta e il coltello, ad esempio, appare una fotografia del ristorante e il numero di telefono, che si può comporre semplicemente cliccandovi sopra. Un gioco da ragazzi, insomma, da usare però con accortezza per evitare di finire addosso a un albero.

Alla scoperta delle città

Swiss Hike non è l'unica applicazione lanciata da Svizzera Turismo. Da qualche settimana è possibile infatti scoprire anche alcune città svizzere. Per il momento sono disponibili le guide di Basilea, Berna, Losanna e Zurigo. Nelle prossime settimane seguiranno quelle di Ginevra, Lugano e Lucerna.

Gli utilizzatori possono esplorare queste città scegliendo dei percorsi precisi, ad esempio uno dei tre itinerari architettonici proposti sulla guida di Basilea. Ogni edificio degno di nota è presentato con una scheda e una fotografia. I commenti audio, che per la città sulle rive del Reno già esistono, prossimamente saranno disponibili anche per le altre località, precisa Véronique Kanel, portavoce di Svizzera Turismo.

L'applicazione, aggiornata ogni volta che viene aperta, permette anche di essere al corrente sulle manifestazioni in programma, ad esempio le esposizioni in corso o i concerti, e di avere a disposizione una lista piuttosto esaustiva di tutto ciò che la città offre, in particolare per quanto concerne alberghi, ristoranti e bar.

Anche in questo caso, il GPS può rivelarsi prezioso. Avete bisogno urgente di un bagno pubblico? Nessun problema, sullo schermo del telefono vi verrà segnalato quello più vicino.

Chi ha invece voglia di rinfrescarsi può scaricare l'applicazione per le temperature di laghi, fiumi e piscine svizzere. In questo caso Svizzera Turismo ha optato per un programma 'partecipativo', che può essere arricchito direttamente dagli utilizzatori. "Visto che ci sono molte spiagge non sorvegliate, gli utilizzatori di iPhone hanno la possibilità di inviarci la temperatura del loro luogo balneare preferito", spiega Véronique Kanel.

Interesse crescente

Da quando sono state lanciate, queste applicazioni hanno registrato un notevole successo. Nello spazio di meno di tre mesi, ad esempio, Swiss Hike è stata scaricata da più di 65'000 persone, principalmente in Svizzera. Una cifra notevole, tenuto conto del fatto che secondo stime ufficiose nel paese circolano circa 600'000 iPhone.

Con lo sviluppo dell'offerta per gli iPhone, Svizzera Turismo intende soprattutto sedurre un pubblico giovane. Una necessità se si vuole continuare ad attirare questa categoria di visitatori cresciuta a pane e computer.

Lo studio Re-Inventing Swiss Summer, dell'Istituto Gottlieb Duttweiler, sottolinea che "la generazione cresciuta coi media interattivi non si accontenta di consumare passivamente le storie e la musica: vuole partecipare. In futuro, vacanze e viaggi dovranno offrire un valore aggiunto ludico".

Per il momento Svizzera Turismo non intende lanciarsi in ulteriori avventure, ma si concentrerà sullo sviluppo delle applicazioni esistenti. In un futuro prossimo, le possibilità potrebbero però essere numerose. Perché non trasformare una classica escursione pedestre in una vera e propria caccia al tesoro o la visita di una città in una corsa ad inseguimento? "La Svizzera, con la sua rete densa di trasporti pubblici, i suoi trenini di montagna e i suoi numerosi sentieri è un terreno di gioco ideale", si legge nello studio. E per chi volesse continuare ad andare in vacanza semplicemente per riposarsi, la soluzione è semplice: lasciare a casa il proprio telefonino. A meno che non esista già un'applicazione per sfuggire dall'iPhone.

Daniele Mariani, swissinfo.ch

2010, "Anno dell'escursionismo"

Il 2010 è stato proclamato anno dell'escursionismo da Svizzera Turismo.

Le 32 escursioni presentate nell'applicazione iPhone sono state selezionate proprio per celebrare questo avvenimento.

I 32 itinerari rappresentano un'infima parte delle possibilità offerte agli escursionisti, poiché nel paese vi sono infatti 60'000 chilometri di sentieri pedestri segnalati.

Le escursioni sono la principale attività sportiva dei turisti che visitano la Svizzera. Da un sondaggio emerge che oltre il 50% di loro compie delle passeggiate di meno di due ore durante le vacanze, mentre il 30% effettua delle escursioni di durata superiore.

Fine della finestrella


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

×