Navigation

Multa al padre che ha negato nuoto e campeggio alla figlia

Il tribunale distrettuale di Rheintal ha inflitto una sanzione pecuniaria ad un cittadino bosniaco di St. Margrethen, nel canton San Gallo, che non aveva permesso a sua figlia, per motivi religiosi, di frequentare le lezioni di nuoto e le gite scolastiche. Dovrà versare 100 aliquote giornaliere da 30 franchi e a una multa di mille franchi. 

Questo contenuto è stato pubblicato il 30 giugno 2016 - 08:45
swissinfo.ch e rsi.ch (TG del 30.06.2016)

L’uomo, recidivo, vive in Svizzera dal 1990. Secondo la procuratrice, ha evidenziato da anni una mancanza di volontà di integrarsi e di rispetto nei confronti delle autorità.

Contenuto esterno



Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo