LA? No, Polo Nord... Atterraggio d'emergenza per Swiss

Il Boeing 777-300ER della compagnia Swiss atterrato senza problemi sulla pista innevata di Iqaluit SRF

Partiti dalla Svizzera alla volta della calda California, i passeggeri del volo LX40 Zurigo-Los Angeles ieri hanno avuto la sorpresa di ritrovarsi vicino al circolo polare artico, a 23 gradi sotto zero. Il Boeing 777 della compagnia Swiss ha infatti dovuto effettuare un atterraggio d'emergenza su una pista innevata ad Iqaluit (Canada), a causa della disattivazione automatica di un reattore.

Questo contenuto è stato pubblicato il 02 febbraio 2017 - 10:43
swissinfo.ch e agenzie/sf
Contenuto esterno

L'atterraggio è stato effettuato senza problemi e tutti i passeggeri e i membri dell'equipaggio sono incolumi.  Swiss ha indicato che la priorità è ora data al trasporto dei passeggeri verso la destinazione finale.

Iqaluit è una località di circa settemila abitanti a più o meno 1'200 chilometri in linea d'aria a nord di Quebec City. Il suo aeroporto viene utilizzato per gli atterraggi di emergenza degli aerei che si trovano in difficoltà sulla rotta polare.

Contenuto esterno
Contenuto esterno
Contenuto esterno

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo