Il governo contrario ad un'inchiesta indipendente su Davos

Il governo non vuole violare le competenze cantonali nell'ambito della polizia Keystone Archive

Il Consiglio federale è contrario all'idea di affidare ad una personalità indipendente la responsabilità di un'inchiesta sugli scontri tra polizia e militanti anti-globalizzazione avvenuti durante il Forum economico mondiale (WEF) di Davos del gennaio scorso, come invece richiesto dall'Unione sindacale svizzera e dall'associazione «attac».

Questo contenuto è stato pubblicato il 09 aprile 2001 - 14:39

Innanzitutto sulla questione dovranno esprimersi i tribunali, afferma il governo in una nota diffusa lunedì. Secondariamente l'impiego delle forze dell'ordine, sebbene sostenuto con uomini e mezzi anche dalla Confederazione, è «sostanzialmente nella competenza e nella responsabilità cantonali».

Il Consiglio federale rinuncia inoltre a pronunciarsi sulla proporzionalità delle restrizioni alla libertà di opinione e di riunione operate dalla polizia cantonale grigionese per far fronte ai dimostranti.

swissinfo e agenzie

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo