Prospettive svizzere in 10 lingue

La prugna “Löhr” designata frutto dell’anno 2023

Questo l'aspetto delle prugne "Löhr". sda-ats

(Keystone-ATS) La varietà di prugne “Löhr” è stata designata frutto svizzero dell’anno per il 2023. Si tratta di una prugna di distillazione succosa, molto aromatica e zuccherata, ha indicato oggi l’associazione Fructus, che si occupa di conservazione delle varietà antiche.

Stando all’associazione, le prime tracce scritte dell’uso in distilleria di questo frutto risalgono agli anni 1950. Dopo la Seconda Guerra mondiale, si è infatti cominciato ad interessarsi della qualità di questi distillati a base di “Löhr”.

Alla fine degli anni 1940, il venditore di liquori Ernst Luginbühl-Bögli ha scoperto un albero di queste prugne selvatiche nei dintorni di Oltigen (BE) e ne ha distillato i suoi frutti. Ha poi piantato 600 alberi nella sua azienda agricola di Seedorf (BE). Altri agricoltori della regione hanno poi cominciato la coltivazione di frutteti di queste prugne, al fine di venderle alla distilleria Lüginbühl-Löhr.

Questa varietà di prugne ha così avuto un rapido successo e la sua coltura si è estesa a tutta la Svizzera tedesca, in Romandia e anche in Germania e Austria. Stando a Fructus, la “Löhr” dà una deliziosa grappa agli aromi di marzapane e di cannella e può essere impiegata in cucina.

L’associazione raccomanda quindi la coltivazione di questo frutto aromatico, come prodotto sostenibile e regionale dal potenziale culinario interessante.

Ogni anno, questa associazione si concentra su una varietà di frutti antichi molto speciale, ne racconta la storia, ne descrive le caratteristiche e ne mette in risalto il suo potenziale.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR