Nestlé: Nespresso vuole rilanciare produzione caffè in Mozambico

Nespresso vuole rilanciare la produzione di caffè in Mozambico (foto d'archivio) KEYSTONE/ADRIEN PERRITAZ sda-ats

Nespresso estende in Mozambico il suo programma "Reviving Origins", che mira a rivitalizzare la produzione di caffè nelle regioni in cui questa è minacciata dai conflitti, difficoltà economiche e catastrofi ambientali.

La filiale del gigante alimentare vodese Nestlé intende commercializzare una serie speciale di capsule con il caffè del Mozambico entro il 2022.

Nell'ambito della sua iniziativa lanciata nella scorsa primavera, Nespresso ha firmato un protocollo di accordo con il parco nazionale di Gorongosa in Mozambico per promuovere l'industria locale del caffè, scrive oggi l'impresa. Questa intende aiutare i produttori locali a migliorare la qualità del loro caffè, a promuovere pratiche agricole e agroforestiere sostenibili e a rafforzare le loro competenze.

Il progetto Gorongosa, istituito 25 anni fa dalla fondazione Carr e dal governo del Mozambico, lavora da una decina di anni alla realizzazione di un programma chiamato "Gorongosa Coffee". L'operazione mira a creare impieghi per i piccoli imprenditori agricoli e promuovere il rimboschimento della foresta tropicale.

Nespresso precisa di investire nel suo programma "Reviving Origins" 10 milioni di franchi sul periodo 2017-2021.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo