Il presidente sloveno Borut Pahor ha detto oggi che conferirà l'incarico di formare il nuovo governo a Janez Jansa, il leader conservatore vincitore con il Partito democratico sloveno (SDS) delle elezioni politiche che si sono svolte ieri.

"Anche se non sono soddisfatto del risultato, deve essere rispettato il risultato elettorale", ha detto Pahor, sottolineando di credere fermamente nella democrazia.

L'SDS, che è su posizioni anti-profughi e vicine a quelle del premier nazionalista ungherese Viktor Orban, ha ottenuto ieri poco più del 25% delle preferenze, ed è obbligato per questo a cercare alleanze per formare un governo. Un compito non facile dal momento che quasi tutti gli altri partiti si sono detti indisponibili a entrare in un governo guidato da Jansa.

"Non sarebbe la prima volta che il vincitore delle elezioni non riesca a dar vita a un governo, ma dobbiamo impegnarci tutti nella formazione di un esecutivo che sia inclusivo e contribuisca al bene del paese", ha affermato il presidente Pahor. Un compito per il quale servono pazienza e saggezza, poiché con ogni probabilità "il dialogo fra gli attori politici occuperà tutta l'estate", ha detto.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.