Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

A tutta velocità verso il futuro

L'iPad avrà un posto d'onore nel nuovo furgoncino della Volkswagen.

(volkswagen.com)

Le automobili moderne si stanno trasformando in una elegante piattaforma multimediale. In futuro sarà possibile accedere a facebook o twitter, cercare ristoranti, evitare gli incidenti e intanto guidare da A a B.

Il rapido sviluppo della telefonia mobile e delle tecnologie informatiche stanno decisamente influenzando il mondo dell'auto; mondo che si presenterà durante l'81esima edizione del Salone automobilistico di Ginevra che apre i battenti giovedì 3 marzo.

Prova a immaginarti un freddo giorno d'inverno. Salire in macchina finora significava entrare in una cella frigorifera.

Ora, grazie a una speciale applicazione dell'iPhone, questo incubo diventerà un sogno. Potrai accendere da casa l'aria condizionata e lo sbrinatore e preparare un passaggio meno brusco dalle coperte al sedile dell'auto.

Non è fantascienza

In futuro, non ti dovrai nemmeno preoccupare di ricordare il numero e il piano in cui hai parcheggiato. Un semplice click su un’altra applicazione azionerà le luci e il clacson. Sarà un gioco da ragazzi ritrovare la macchina.

E naturalmente l'elenco di canzoni e video preferiti, le e-mail, gli account su facebook e twitter sono a portata di click grazie allo schermo tattile nella console centrale.

Non è finzione, ma è il futuro che ci attende dietro l’angolo. Per il momento è in mostra a Ginevra, ma tra non molto condizionerà la guida dell’automobilista moderno.

«Vivere connessi è una realtà», afferma a swissinfo.ch Dirk Wisselmann, il responsabile del progetto “Viaggiare connessi” della BMW. «Oggi, ci troviamo in una fase in cui stiamo combinando i sistemi di informazione, internet e assistenza alla guida per migliorare il comfort, l’informazione-spettacolo e la sicurezza a bordo».

Intrattenimento e comunicazione

La casa automobilistica tedesca è all'avanguardia per questo tipo di innovazioni. Nel 1994, per esempio, ha installato un sistema integrato di navigazione. Ora, "Viaggiare connessi" si basa su 50 applicazioni modernissime, da facebook e twitter con attivazione vocale a una videocamera con visore notturno e sensore sonoro.

Anche altre aziende stanno investendo molto nelle nuove tecnologie. Ford, General Motors e Volvo offrono, per esempio, un’applicazione molto simile a quella della BMW.

A Ginevra, Ford presenta il suo sistema di comunicazione e intrattenimento Sync, sviluppato in collaborazione con Microsoft, il cui lancio in Europa è previsto nel 2012. La tecnologia, disponibile in 19 lingue, dà accesso ai contenuti dell’iPhone del guidatore per mezzo di comandi vocali o tramite dispositivi integrati sul volante.

La casa automobilista svedese Saab approfitta della vetrina del Salone dell’auto di Ginevra per presentare il suo concetto: il Saab PhoeniX. Utilizzando il sistema operativo Android, il sistema di intrattenimento IQon dà la possibilità all’automobilista di scaricare applicazioni appositamente create per l’uso su strada oppure avere accesso a audio e video personali o alla posta elettronica.

In auto con l'iPad

Al Salone di Ginevra, la Volkswagen presenta il suo nuovo modello Bulli, il leggendario furgone T1 che dagli anni Cinquanta ha venduto centinaia di migliaia di esemplari.  Il sistema multimediale di bordo (dallo stereo al telefonino) è comandato attraverso l'iPad, per il quale è stato realizzato un apposito alloggiamento.

«Vogliamo una vettura che soddisfi tutte le esigenze degli acquirenti», ha spiegato in conferenza stampa Seung Suk Yang, presidente della Hyundai Motor Company. «Deve essere un posto di lavoro, una casa e un centro di attività connesso con il mondo, ideale per una vita frenetica».

La Hyundai ha annunciato di recente il suo ingresso nel mondo della telematica, lanciando negli Stati Uniti un nuovo sistema computerizzato denominato Blue Link. Simile all'OnStar, prodotto dalla General Motors, il sistema Blue Link prevede servizi come le chiamate in vivavoce e il pilota automatico a controllo vocale o il controllo dell'efficienza del consumo del veicolo.

Nell'arco di due anni, l'Europa avrà un sistema simile grazie alla nuova generazione di navigazione satellitare e la diagnostica di bordo. Il gruppo automobilistico sta attualmente cercando di risolvere i problemi di infrastruttura con la Vodafone e gli altri fornitori di servizi di rete, spiega a swissinfo.ch Helmut Weixner, responsabile della progettazione tecnica alla Hyundai Motor Europa.

Distrazioni al volante

Con l'esplosione di queste nuove funzionalità hi-tech, aumenta però anche il rischio di un eccesso di distrazioni al volante. I ricercatori non sono per niente preoccupati: «La vettura ha una funzione di filtro», commenta Dirk Wisselmann. «Si ottiene solo l'informazione giusta al momento giusto. La nostra priorità è garantire un viaggio sicuro». Dello stesso avviso è anche Helmut Weixner: «Vogliamo rendere le cose più semplici e accessibili agli utenti».

Non è sempre facile però rispondere alle richieste dei consumatori, dice Oliver Sieghart, responsabile del design delle Mini. «Abbiamo clienti che sono veramente attratti da queste nuove funzionalità. Vogliono poter recuperare le informazioni dal loro smart phone e da casa, senza dover rinunciare a questo tipo di tecnologia nella loro auto».

«Ma un'auto è un'auto e non un computer di casa. Non devono mancare i momenti di calma per potersi concentrare sulla guida», conclude Oliver Sieghart

Ginevra, capitale dell'auto

È stata inaugurata giovedì 3 marzo l'81esima edizione del Salone dell'auto di Ginevra, una manifestazione alla quale partecipano 260 espositori venuti da 31 paesi diversi e rappresentanti 700 marche di automobili.

Durante i 10 giorni di apertura, saranno presentate 170 prime mondiali ed europee.

Tra queste figurano in particolare la Ferrari FF, la Hyundai 1040, la Ford B-Max, la VW Golf cabriolet BlueMotion, la nuova Lancia Ypsilon, il Range Rover Evoque, la nuova Peugeot 308, l'Honda Jazz ibrida e la Subaru Trezia.

Tra i 700'000 visitatori attesi, il 40% circa arriva da oltre confine, in particolare Germania, Francia e Italia.

Stando agli organizzatori, il Salone dell'auto genera circa 300 milioni di introiti diretti e indiretti.

Gli analisti dell'IHS prevedono un aumento del 6,3% del volume totale di passeggerei nel 2011. Ma altri istituti ritengono queste stime troppo ottimiste dato che il prezzo del petrolio continua a crescere in seguito all'instabilità della situazione in Medio Oriente.

Fine della finestrella


Ginevra, swissinfo.ch


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.