Un nuovo istituto per studiare i ghiacci eterni

La ricercatrice Katherine C. Leonard, qui ritratta tra due pinguini, farà parte della spedizione svizzera nell'Antartico. Olivier Pierre

La Svizzera si dota di un nuovo istituto per studiare i ghiacci eterni e gli ambienti estremi, lo Swiss Polar Institute (SPI), e lancia la sua prima spedizione scientifica di circumnavigazione attorno al continente antartico, che riunirà alla fine di quest'anno 55 ricercatori in provenienza da 30 Paesi. 

swissinfo.ch e rsi.ch (TG del 18.4.16), swissinfo.ch

"Lo Swiss Polar Institute consentirà di fare avanzare la ricerca negli ambienti estremi e contribuire allo sviluppo della scienza polare, nonché di favorire gli scambi tra le istituzioni pubbliche e accademiche, l'industria e i partner privati", ha spiegato l'esploratore Frederik Paulsen, all'origine dello SPI. 

Promotori del nuovo istituto, che avrà sede a Losanna, sono i due Politecnici federali (ETH e EPFL), l'Istituto federale di ricerca per la foresta, la neve e il paesaggio (WSL), l'Università di Berna, nonché la casa editrice Paulsen. Per sottolineare il suo avvio, lo SPI lancia un progetto di portata internazionale: l'"Antarctic Circumnavigation Expedition (ACE)", ovvero la prima spedizione scientifica a fare il giro completo del continente antartico. 

Swiss Polar Institute


Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo