Navigation

Arte: è morto Theodore Lux Feininger, il fotografo del Bauhaus

Questo contenuto è stato pubblicato il 14 luglio 2011 - 12:28
(Keystone-ATS)

Il fotografo e pittore statunitense Theodore Lux Feininger, ultimo grande e celebre testimone del rigore compositivo della scuola del Bauhaus in Germania tra le due guerre mondiali, è morto nella sua casa di Cambridge, nel Massachusetts (Usa), all'eta di 101 anni. L'annuncio della scomparsa è stato dato oggi dalla famiglia al "New York Times".

Da giovane studente, Feininger documentò con la sua macchina fotografica l'avanguardia artistica tedesca del Bauhaus fondata a Weimar dall'architetto Walter Gropius e poi trasferita a Dessau, dove frequentò i corsi. È autore di numerosi libri fotografi sul Bauhaus e il Razionalismo.

Nato l'11 giugno 1910 a Berlino, Theodore Lux Feininger era il figlio del celebre pittore Lyonel Feininger, il primo artista chiamato da Gropius nel 1919 ad insegnare alla sua scuola avanguardista. Lux Feininger arrivò come studente al Bauhaus all'età di 16 anni, nel 1926, collaborando agli esperimenti teatrali di Oskar Schlemmer, suonando nella band jazz della scuola e studiando pittura con Josef Albers, Paul Klee e Wassily Kandinsky. E proprio riprendendo la lezione di Klee e Kandinsky, dopo il suo esilio negli Usa a partire dal 1936, Lux Feininger iniziò a dipingere, concependo uno stile semi-astratto.

Lux Feininger si appassionò fin dal 1926 a scattare fotografie a quella straordinaria esperienza del Bauhaus, che ebbe un proprio studio fotografico solo dal 1929. Influenzato dai principi della New Vision teorizzata da Laszlo Moholy-Nagy, Feininger raccontò la vita quotidiana al Bauhaus in straordinarie immagini in bianco e nero che sono entrate a far parte della storia dell'arte. Le sue foto sono state oggetto della mostra "Dancing on the Roof: Photography and the Bauhaus (1923-1929)" al Metropolitan Museum of Art di New York nel 2001.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?