Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Centinaia di manifestanti stanno convergendo verso il centro storico di Manama per la prima volta dopo l'inizio, il 14 febbraio, delle dimostrazioni di protesta nel Paese. Lo constata l'agenzia Afp.

I manifestanti hanno lasciato in corteo la Piazza della Perla, dove avevano installato un campo con delle bare simboliche in memoria dei sette dimostranti uccisi dalle forze dell'ordine all'inizio dei tumulti.

"Il corteo si avvia verso Bab al-Bahrein, centro storico di Manama", ha detto ad Afp uno degli organizzatori, Hani al Kaffas: "la Piazza della Perlua resta il nostro luogo principale per le manifestazioni, ma il movimento deve rivendicare il resto del territorio del Bahrein".

Non si vedono agenti, ma un elicottero sorvola la folla, che conta circa 3.000 persone. I manifestanti scandiscono slogan che chiedono la fine della dinastia degli Al Khalika, una linea sunnita che regna sul Bahrein a maggioranza sciita da oltre 200 anni.

Intanto si è appreso che il più alto ufficiale in grado statunitense, l'ammiraglio Mike Mullen, è giunto oggi nel Bahrein, un alleato chiave degli Usa nel Golfo. Lo ha constatato un giornalista della France Presse.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS