Navigation

Borsa svizzera: chiude in territorio positivo, SMI +0,39%

Questo contenuto è stato pubblicato il 07 ottobre 2010 - 17:53
(Keystone-ATS)

ZURIGO - I guadagni alla Borsa svizzera, passata saldamente in territorio positivo dopo mezzogiorno, si sono rafforzati nel pomeriggio, per poi ridursi parallelamente al peggioramento a Wall Street. Il listino principale SMI ha terminato la seduta a quota 6375,58, in crescita dello 0,39%. L'indice allargato SPI ha chiuso a 5662,16 punti (+0,38%).
Nel primo pomeriggio è stata diffusa la notizia che le richieste di sussidio di disoccupazione negli Stati Uniti sono inaspettatamente diminuite la scorsa settimana di 11.000 unità a quota 445.000. Gli economisti si aspettavano un aumento di duemila unità.
Tra le blue chip elvetiche, Zurich Financial è salita dello 0,78% (a 232,60 franchi). L'assicuratore ha indicato che pagherà complessivamente 545 milioni di dollari per chiudere un contenzioso negli Stati Uniti per spese di gestione troppo elevate.
Balzo del 3,70% per Swiss Re (a 45,11 franchi). Di oggi la notizia che il tribunale distrettuale di New York ha respinto una denuncia contro il riassicuratore elvetico.
Fra i titoli guida si è messo in evidenza Actelion, avanzato del 5,03% (a 44,70 franchi). Il titolo ha tratto vantaggio da voci secondo cui la britannica Bristol-Myers-Squibb potrebbe rendere nota una sua partecipazione nell'impresa di oltre il 3%, è stato indicato. Bene Adecco, in crescita del 2,30% (a 53,40 franchi), sulal scia dei dati sul mercato del lavoro americano.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.