Navigation

CN+CSt: Lauber è stato rieletto

Michael Lauber KEYSTONE/PETER KLAUNZER sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 25 settembre 2019 - 09:39
(Keystone-ATS)

Michael Lauber è stato rieletto alla carica di procuratore generale della Confederazione per il periodo 2020-2023. L'Assemblea federale lo ha riconfermato oggi con 129 voti su 243 schede valide, superando la maggioranza assoluta per 7 voti.

La sua riconferma era tutto fuorché scontata, la Commissione giudiziaria del Parlamento raccomandava infatti (per 9 voti a 6 e 1 astensione) la non rielezione di Lauber. All'origine di questa presa di posizione negativa ci sono ragioni sia giuridiche che politiche.

Per quanta attiene all'aspetto giuridico, su Lauber pesa un procedimento disciplinare (tutt'ora in corso) per non aver verbalizzato alcuni incontri avuti con l'attuale presidente della FIFA, Gianni Infantino, ha spiegato la relatrice commissionale Ursula Schneider Schüttel (PS/FR).

Nei giorni scorsi la sua candidatura ha però ottenuto il sostegno della maggioranza dei gruppi PLR, UDC e PS. Il PPD e i Verdi avevano lasciato libertà di voto ai loro membri.

Lauber era stato designato la prima volta dal Parlamento nel settembre 2011 per succedere a Erwin Beyeler e nel 2015 è stato rieletto per un secondo mandato, che scade a fine anno.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.