Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BAGHDAD - Le due maggiori coalizioni sciite dell'Iraq, quella del premier Nuri al-Maliki e quella dell'Alleanza nazionale irachena (che ha stretti legami con l'Iran) si sono accordate per formare un unico blocco parlamentare. Lo hanno reso noto fonti di entrambi i partiti, precisando che ciò apre la via alla formazione di un nuovo governo dopo lo stallo post-elettorale che ormai dura da due mesi (si votò il 7 marzo).
I numeri per dar vita a un nuovo esecutivo ancora non ci sono, ma l'alleanza fa sì che lo Stato del diritto di Maliki (89 seggi) e l'Alleanza nazionale irachena (70 seggi) raggiungano quota 159 deputati, molto vicina ai 163 necessari per formare un governo, escludendo la lista dell'ex premier laico Iyad Allawi (91 seggi).

SDA-ATS