Navigation

Italia 150: capi di stato invitati il 2 giugno, e la Svizzera?

Questo contenuto è stato pubblicato il 20 gennaio 2011 - 15:08
(Keystone-ATS)

I capi di Stato dei 26 Paesi dell'Unione europea, degli USA, della Russia e dei Paesi in cui le comunità italiane sono più radicate, come l'Argentina, il Brasile e l'Uruguay, sono stati invitati a celebrare a Roma i 150 anni dell'Unità d'Italia il 2 giugno, festa della Repubblica italiana. Lo ha annunciato oggi il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Gianni Letta, che non ha citato la Svizzera.

"L'altro ieri, il Presidente del Consiglio, da me accompagnato al Quirinale, e il Presidente della Repubblica hanno deciso di dare particolare enfasi a queste celebrazioni, anche sul piano europeo e internazionale", ha raccontato Letta.

La giornata, ha spiegato Letta, "vedrà la partecipazione dei Capi di Stato alla parata", caratterizzata da uno speciale spettacolo di sbandieratori. "Seguirà una colazione al Quirinale e nel pomeriggio si terranno gli auguri all'Italia dei paesi invitati".

Quanto alla scelta del giorno per l'appuntamento internazionale, Letta ha detto: "Il 17 marzo (festa del Tricolore, ndr) era troppo vicino ormai per invitare personalità la cui agenda è già presa da tempo. Si è così deciso di lasciare queste prime celebrazioni 'in casa' e spostare quelle internazionali al 2 giugno, altra data fondamentale per la storia dell'Italia unita".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?