Navigation

Siria: Libano, scontri a Tripoli tra alawiti e sunniti

Questo contenuto è stato pubblicato il 17 giugno 2011 - 15:52
(Keystone-ATS)

Scontri sono in corso a Tripoli, nel nord del Libano, tra alawiti pro-regime siriano e sunniti sostenitori dei manifestanti siriani anti-governativi. Lo riferisce la tv libanese Lbc, che precisa che gli scontri sono scoppiati tra gli abitanti di Bab Tabbane (sunniti) e residenti di Jabal Mohsen (alawiti).

La tensione politica e confessionale tra i due quartieri, tra i più poveri e depressi dell'intero Libano, è da anni presente e si è riaccesa a partire dal 2008 durante gli scontri armati tra seguaci sunniti del partito al Mustaqbal, dell'ex premier Saad Hariri e vicino all'Arabia Saudita, e gli alawiti di Jabal Mohsen vicini alla Siria, alleata dell'Iran.

Secondo le prime ricostruzioni, gli scontri sono scoppiati dopo che ignoti hanno lanciato una bomba a mano contro un corteo di manifestanti sunniti che sfilavano in sostegno delle proteste anti-regime in corso in Siria.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.