Navigation

Start: Russia, versione votata da Senato Usa più rigida

Questo contenuto è stato pubblicato il 24 dicembre 2010 - 11:17
(Keystone-ATS)

MOSCA - La versione finale del trattato sul disarmo nucleare Start 2 approvata dal Senato Usa è più "rigida" rispetto a quella presentata al voto. Lo ha detto il ministro degli esteri russo Sergei Lavrov secondo quanto riportato dall'agenzia Interfax.
"Nel trattato passato al Senato sono stati inseriti alcuni emendamenti voluti dai repubblicani - ha aggiunto il capo della diplomazia russa - Per questo la versione uscita dal voto del Senato Usa è più rigida rispetto alla bozza discussa dalla commissione affari esteri". La Duma (la camera bassa del parlamento russo) ha avviato oggi in prima lettura l'esame del trattato ratificato mercoledì dal Senato Usa.
Per Lavrov il punto controverso è quello che riguarda lo scudo anti-missile: nella versione votata da Washington l'intesa non stabilisce limiti sui programmi di difesa anti-missile. Mosca invece chiede che nel trattato sia fissato in forma giuridicamente vincolante il legame tra le armi offensive strategiche e quelle difensive.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?