Navigation

Sudan: sud, stop arabo nelle scuole, da adesso c'è inglese

Questo contenuto è stato pubblicato il 27 ottobre 2011 - 07:45
(Keystone-ATS)

Il Sud Sudan ha comunicato che le sue scuole adotteranno l'insegnamento della lingua inglese e precederanno a una graduale eliminazione dell'arabo, usato finora come strumento per diffondere la legge islamica e l'eredità araba.

Prima della nascita del Sud Sudan, lo scorso luglio, l'arabo era la lingua ufficiale adottata in tutto il Paese. La decisione sulla scelta di cambiare uso della lingua nelle scuole è una mossa simbolica, soprattutto in relazione ai rapporti diplomatici con le altre nazioni confinanti, afferma Samson Wattara, professore di Scienze politiche all'università Giuba.

"Il cambiamento non sarà così automatico e non sarà così semplice, ma i sudanesi del sud vogliono guardare al sud", continua Wattara, facendo riferimento ai Paesi dell'Africa orientale dove l'inglese è una delle lingue parlate. "Sotto il governo di Khartoum tutte le materie venivano insegnate in arabo - aggiunge il ministro dell'Informazione, Barnaba Marial Benjamin - adesso insegneremo le nostre lingue nazionali nella scuole primarie e poi per il resto, ad esempio, la matematica e le scienze, useremo l'inglese". Il Sud Sudan ha decine di lingue locali e dialetti, ma le lingue più parlate dalla comunità sono l'inglese e l'arabo.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?