Navigation

Sulzer rafforza presenza in Cina e Russia

Questo contenuto è stato pubblicato il 26 novembre 2010 - 11:49
(Keystone-ATS)

WINTERTHUR - Sulzer continua ad espandersi in Cina e Russia. Il gruppo zurighese ha investito 30 milioni di franchi in una nuova fabbrica di produzione di pompe principalmente destinate al settore del gas e del petrolio, a Suzhou, non lontano da Shanghai.
Il nuovo impianto, inaugurato ufficialmente mercoledì, occupa circa 100 persone, portando così a 1000 gli effettivi del gruppo in Cina, precisa oggi la Sulzer in una nota. Grazie alla forte crescita degli ultimi anni, la Cina è diventata così uno dei suoi principali mercati.
Sulzer ha inoltre irrobustito le capacità di produzione nel sito di Serpukhov, a sud di Mosca, attivo nel settore delle colonne di separazione (Chemtech). La Russia, patria del miliardario Victor Vekselberg, che detiene una partecipazione importante del gruppo, presenta inoltre un enorme potenziale di crescita, conclude la Sulzer.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.