Navigation

Thailandia: Camicie Rosse, basta negoziati con governo

Questo contenuto è stato pubblicato il 30 marzo 2010 - 09:16
(Keystone-ATS)

BANGKOK - Le camicie rosse, i sostenitori dell'ex premier thailandese Thaksin Shinawatra che manifestano a Bangkok da oltre due settimane chiedendo le dimissioni dell'attuale governo, hanno annunciato lo stop ai negoziati con il premier Abhisit Vejjajiva.
"I negoziati sono completamente falliti e dunque sono terminati", ha detto Jatuporn Prompan, uno dei responsabili del movimento antigovernativo: "Vogliamo le dimissioni entro 15 giorni mentre il governo ha bisogno di nove mesi".
Le due parti si erano incontrate già due volte: ieri, al termine di due ore e mezza di colloqui, trasmessi in diretta televisiva, era stato annunciato il nulla di fatto. Stamani era previsto un nuovo incontro.
Il movimento delle camicie rosse, fedele a Thaksin, presidia la capitale dal 12 marzo per chiedere nuove elezioni. Decine di migliaia di militanti occupano la parte storica della capitale.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?