Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il tribunale correzionale di Losanna ha condannato oggi a tre anni di carcere, di cui uno da scontare, il 21enne che nel dicembre 2007 aveva appiccato il fuoco a un vagabondo alla stazione ferroviaria di Bussigny (VD).

Il giovane imbianchino, responsabile anche di una decina di altri incendi, è stato riconosciuto colpevole in particolare di lesioni personali gravi e incendio intenzionale.

La pena, più severa di quanto chiesto dal ministero pubblico, sottolinea la colpa "particolarmente grave" dell'imputato. Secondo i giudici la successione dei reati commessi "suscita la più viva inquietudine" nei confronti del 21enne, che "non sembra essere cosciente della gravità dei suoi atti".

Durante il processo il giovane aveva spiegato di aver appiccato le fiamme al barbone "giusto per dargli fastidio", mentre dormiva nella sala d'attesa. L'uomo, un 54enne vodese, aveva riportato ustioni di secondo e di terzo grado, per le quali è stato in cura per oltre due anni.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS